logo1

La Polizia ha dato il via ai controlli sul territorio di Re , dalle 18 di ieri zona rossa

La pattuglia della Polizia di stato è arrivata da Domodossola di buon mattino.  Rimane consentito il passaggio dei frontalieri che dovranno essere muniti di permesso di lavoro

La polizia ha dato il via ai controlli sul territorio di Re , dalle 18 di ieri zona rossa. Il paese oggi come ieri è deserto. Oggi, giorno di festa, anche i pochi esercizi commerciali del paese hanno le saracinesche abbassate. L’emergenza sanitaria ha imposto il fermo anche alle messe. La pattuglia della Polizia di stato è arrivata da Domodossola di buon mattino. Attorno alle 8.30 la prima vettura fermata. L’auto di servizio parcheggiata all’inizio del paese ha controllato a campione le vetture in transito. I controlli sino stati decisi dal tavolo di coordinamento riunitosi ieri mattina in Prefettura a Verbania. Il territorio comunale di Re, fino al 26 febbraio sarà controllato ogni giorno da una o più pattuglie . Le ispezioni su chi transita saranno a campione. Rimane consentito il passaggio dei frontalieri. L’asse stradale in questione è la statale 337 meta ogni giorno di tanti lavoratori frontalieri diretti nei cantieri, fabbriche e ospedali del locarnese. Se incapperanno in qualche controllo dovranno avere il permesso di lavoro. Ad assicurare i controlli saranno a turno Carabinieri, Polizia di Stato, agenti della Municipale e Guardia di Finanza.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa