logo1

“Non siamo no-vax”. E’ quanto vuole precisare Paolo Caruso, organizzatore della manifestazione che si è svolta a Intra

 

 

“Era una manifestazione a difesa della Costituzione e della libertà. Non era una manifestazione negazionista, brutto termine veicolato dai Media che in genere definisce chi nega l’Olocausto. Il gruppo Rinascita non nega nulla" precisa

“Non siamo no-vax”. E’ quanto vuole precisare Paolo Caruso, organizzatore della manifestazione che si è svolta in piazza Fratelli Bandiera a Intra. “Era una manifestazione a difesa della Costituzione e della libertà. Non era  una manifestazione negazionista, brutto termine veicolato dai Media che in genere definisce chi nega l’Olocausto.  Il gruppo Rinascita non nega nulla  tanto è vero che sta aiutando concretamente tante persone colpite dal Covid 19 mettendole in contatto con medici volontari che curano con efficacia la patologia”. E aggiunge: “Abbiamo invitato a Verbania esperti di grandi competenza medici, avvocati, economisti, una preside e l’onorevole Sara Cunial. Pensiamo di aver offerto alla città un contributo di prim’ordine di idee, di esperienza, di competenza, di cultura. Si vuole presentare Verbania come città della Cultura , città della libera espressione, del libero pensiero ma poi si censura pesantemente  ogni idea sgradita e ogni forma di proposta diversa da un pensiero unico che si ritiene indiscutibile”.  
Intanto vanno avanti le indagini delle forze dell’ordine per identificare chi non ha rispettato le regole in piazza, non indossando le mascherine e non rispettando le distanze.
Ed è arrivata anche la presa di posizione di Italia Viva Vco, dopo quelle di Fratelli d’Italia e del Pd: “Condanniamo con forza la manifestazione e riteniamo che la mancanza di senno di fronte a una malattia per colpa della quale molte persone hanno perso i loro cari sia devastante”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa