logo1

Passaggio ufficiale ad Anas di 4 strade provinciali

Novità sul raddoppio dello svincolo autostradale di Baveno 

Da oggi sono passate ufficialmente dalla Provincia ad Anas le strade di Macugnaga, della Valle Cannobina, quella del lago d’Orta di competenza VCO fino all’innesto con la statale 33 a Gravellona e il tratto tra Feriolo e Fondotoce per un totale di circa 69 chilometri di arterie. La comunicazione oggi da parte del presidente del Verbano Cusio Ossola Arturo Lincio dopo alcuni ritardi. Un percorso iniziato nel novembre 2018 da Lincio durante una riunione tecnica con il Ministero delle Infrastrutture. <Lo si comunica con evidente soddisfazione – commenta il presidente provinciale- per il sofferto risultato conseguito grazie all'impegno profuso costantemente dall'Amministrazione Provinciale unitamente al Settore Tecnico della Viabilità con l'apporto determinante della Regione Piemonte>.

Un'altra novità sempre legata alla nostra viabilità arriva poi per lo svincolo di Baveno. Questa mattina Autostrade per l’Italia ha comunicato ufficialmente all’amministrazione guidata da Alessandro Monti di aver dato avvio alla procedura di gara per l’affidamento dei lavori per la realizzazione per il raddoppio dello svincolo autostradale bavenese della A26 in direzione Domodossola che vedrà, entro il 31 maggio, la pubblicazione della manifestazione d’interesse, il primo passo ufficiale quindi per l’avvio delle procedure per  l’appalto dei lavori.

A oltre venticinque anni dall’inaugurazione dell’ultimo tratto dell’A26 (Arona-Gravellona), finalmente il raddoppio dello svincolo si sta concretizzando.

“Continueremo a monitorare la situazione, rimanendo in costante contatto con Autostrade per l’Italia” commenta il sindaco, la speranza è che i tempi di realizzazione siano Iipiù stretti possibile. Ringraziamento alla Consigliera Daniela Melfi che ha da sempre seguito tutto l'iter.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa