logo1

Ci sono anche due volontari legati alla sezione Sogit di Verbania al lavoro nell’inferno della Sardegna

 

Si tratta di un volontario di Verbania e di uno proveniente dalla scuola di Milano ma solitamente impegnato con il gruppo verbanese per la sicurezza delle spiagge

Ci sono anche due volontari legati alla sezione Sogit di Verbania al lavoro nell’inferno della Sardegna per lo spegnimento dei roghi che da tre giorni stanno devastando parte dell’isola. Si tratta di un volontario di Verbania e di uno proveniente dalla scuola di Milano ma solitamente impegnato con il gruppo verbanese per la sicurezza delle spiagge. Spiega il referente locale dei Giovanniti Alberto Furlan: <La scelta è stata quella di inviare in Sardegna solo personale specializzato, solo volontari che avessero seguito lo specifico corso antincendio, vista la situazione servono persone esperte in questo campo>. I due volontari locali sono partiti da Malpensa già sabato sera. Cosa raccontano i “nostri” in terra sarda? <Raccontano una distruzione unica – riferisce Furlan- di paesi che non esistono più>. Dal SOGIT verbanese messo a disposizione, in caso di bisogno, anche un elicottero attualmente fermo a Masera ma che ha già operato in passato diversi anni proprio nell’attività antincendio in Costa Smeralda.
Il SOGIT Sardegna conta un attivo di circa 600 volontari, spalmati in 17 differenti sezioni. Da giorni anche i giovanniti sono impegnati, in turni massacranti, nello spegnimento del vastissimo incendio che sta divorando ettari di boschi e distruggendo case; il Presidente della sezione di Cuglieri, è rimasto ferito agli occhi e ha perso tutto quello che aveva nel fronte di fuoco che ha colpito il suo paese e divorato la sua casa. Ma dopo le ore in ospedale è subito tornato sul campo.
Attualmente le squadre SOGIT sono le uniche realtà di volontariato che stanno affiancano i corpi di Forestazione e Vigili del Fuoco, in questa battaglia per lo spegnimento dell’incendio. I filmati e la foto sono stati realizzati da loro.
Stanno operando nei comuni di Cuglieri, Macomer, Porto Alabe, Burgos e Decimoputzu.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa