logo1

Mottarone, sollevano tela cabina caduta, due aronesi denunciati

 

Ad immortalare la scena sono state le telecamere poste a sorveglianza della zona 

Hanno violato l’area sottoposta a sequestro per la tragedia della funivia del Mottarone, ma sono stati visti e subito raggiunti. Ieri sera i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Verbania hanno denunciato a piede libero due fratelli originari di Arona, M.C. classe 2000 e F.C. classe 2002, per violazione di sigilli e tentativo di rimozione di cose sottoposte a sequestro, in concorso.
I due giovani, in compagnia delle rispettive fidanzate e arrivati per una scampagnata sul Mottarone, hanno oltrepassato i nastri che delimitano l’area che circonda la cabina precipitata.
Evidentemente non sapevano che l’area è stata attrezzata con un complesso ed efficiente sistema anti-intrusione ed è sottoposta a vigilanza costante 24 ore su 24 dagli operatori della Centrale Operativa del Comando Provinciale di Verbania grazie anche alle telecamere ad elevata risoluzione e ai sensori presenti che segnalano anche il più piccolo movimento. Ed è stato proprio il sistema d’allarme, entrato in funzione non appena i giovani hanno sollevato leggermente il telo che protegge la carcassa della cabina precipitata, a metterli in fuga. Perché i due non solo si sono avvicinati, ma hanno anche cercato di toccare la cabina e hanno guardato dentro. In poco tempo, sono stati raggiunti ed individuati dalla pattuglia giunta prontamente sul posto e sono stati portati in caserma per essere identificati e nei loro confronti è scattata la denuncia.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa