logo1

Eitan. Di Maio: " Stiamo accertando l'accaduto "

Intanto l'avvocato della zia paterna oggi è stata a colloquio con il giudice tutelare del piccolo sopravvissuto all'incidente del Mottarone 

"Stiamo accertando l'accaduto per poi intervenire". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha risposto ai giornalisti a proposito delle prossime iniziative del Governo sulla vicenda di Eitan, il bimbo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone a proposito del suo rapimento da parte del nonno materno. "Non siamo in condizioni al momento di fare dichiarazioni per vari motivi", ha spiegato l'avvocato Cristina Pagni uscendo dal Palazzo di Giustizia di Pavia dopo oltre 3 ore. "Stiamo lavorando, studiamo le leggi", ha aggiunto il legale. Pagni a suo arrivo a Palazzo di Giustizia aveva spiegato che stava andando "a parlare col giudice tutelare -per attivare la Convenzione internazionale dell'Aja". Intanto emergono particolari sulla vicenda. Parrebbe che la nonna materna di Eitan, Etty" che era in Italia abbia preso parte al rapimento". Lo ha detto in un'intervista alla radio israeliana Or Nirko marito di Aya Biran la zia affidataria in Italia del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. "Sostiene di essere rientrata in volo in Israele il giorno prima, questo a quanto pare per non essere esposta alla accusa di complicità", ha aggiunto. "Abbandonerò la lotta legale solo dopo che i rapitori - ha proseguito - saranno finiti in carcere. L'unica cosa che ci interessa è il bene del bambino". Lo zio ha poi aggiunto di "non credere che Eitan arrivi a comprendere di essere stato stato rapito. Mi immagino che la famiglia materna lo abbia persuaso che lui è tornato in una vacanza e che non sappia del reato compiuto a suo danno. ", ha concluso l’uomo. Sulla vicenda si sono fatti sentire anche i legati le nonno materno di Eitan."Dopo essere stato estromesso dagli atti e dalle udienze e preoccupato dalle condizioni di salute del nipotino, ha agito d'impulso.Ci impegneremo - scrivono - perché vengano riconosciuti i diritti della famiglia materna, dopodiché confidiamo che Shmuel ritorni ad avere fiducia nelle istituzioni Italiane e ci impegneremo in tal senso".

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa