logo1

Da oggi non serve più il green pass per salire sui traghetti Intra e Laveno

 

E’ arrivata la risposta del Ministero delle Infrastrutture alle richieste di chiarimento della Navigazione Laghi e poi inoltrata ai Prefetti di Verbania e Varese dai sindaci di Verbania e di Laveno Mombello

Da oggi non serve più il green pass per salire sui traghetti Intra e Laveno. E’ arrivata la risposta del Ministero delle Infrastrutture alle richieste di chiarimento della Navigazione Laghi e poi inoltrata ai Prefetti di Verbania e Varese dai sindaci di Verbania e di Laveno Mombello.
Il green pass era previsto dal primo settembre per salire sui mezzi di trasporto pubblici, compresi i traghetti che effettuano collegamenti tra località che si trovano in Regioni diverse, come, in questo caso, Laveno e Intra.
Il Ministero in una nota ufficiale ha confermato la connotazione di servizio di trasporto pubblico locale dei servizi di navigazione di linea erogati dalla Navigazione Laghi e pertanto ai fini dell’accesso a bordo (sia sul lago Maggiore che sul Garda) non è richiesto il possesso della certificazione verde.
La richiesta era giunta dopo le difficoltà che si erano create per gli studenti che ogni giorno da Laveno partono in traghetto per poter frequentare il Cobianchi, tenendo presente che l’obbligo di Green pass non è previsto per loro per entrare in classe. Disagi anche per i lavoratori che fanno i pendolari tra le due sponde e per gli ambulanti dei mercati.
“Ci siamo prontamente attivati dal punto di vista delle procedure operative, non senza difficoltà” precisa il Direttore Generale della Navigazione Laghi Alessandro Acquafredda “abbiamo predisposto adeguata informativa alla clientela, fornito disposizioni interne ai nostri operatori affinché operassero in modo omogeneo, dotato le biglietterie di supporti per la verifica della certificazione, individuato aree idonee. Allo stesso tempo abbiamo interessato della questione il nostro Ministero di competenza, coinvolgendo altresì le due Prefetture (VCO e Varese) competenti sui territori dei Comuni di Intra e Laveno, le due località maggiormente coinvolte da tale nuova disposizione per gli spostamenti di centinaia di studenti che ogni giorno dalla cittadina lombarda raggiungono gli Istituti secondari di Intra. Siamo soddisfatti che sia giunta questa conferma da parte del Ministero poiché il nostro servizio è equiparabile al trasporto pubblico di bus urbani e metropolitani; tale connotazione rappresenta un indubbio vantaggio per le procedure di imbarco ed altresì anche in capo ai nostri viaggiatori, siano essi lavoratori, studenti o turisti.” Conferma il sindaco di Verbania Silvia Marchionini: “Sono lieta della interpretazione data dal ministero perché era una norma che creava contraddizioni e problemi per le scuole superiori in una realtà di confine (3 km di lago) come la nostra. Nulla toglie al dovere di avere la vaccinazione che si sta giustamente diffondendo nel Paese”

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa