logo1

Il mondo del giornalismo novarese è in lutto. Morto Paolo Viviani

viviani paolo

Morto a 54 anni Paolo Viviani. Era il caporedattore del Corriere di Novara 

Il giornalismo novarese è in lutto, si è spento Paolo Viviani, caporedattore del Corriere di Novara. Se ne è andato nel giorno del suo cinquantaquattresimo compleanno. A metà di agosto dello scorso anno le prime avvisaglie di un male che si è rivelato inesorabile. Maestro di giornalismo, ha saputo dare consigli e suggerimenti non solo ai più giovani, ma anche a coloro che avevano qualche decina di anni più di lui. Postava:<Nella vita ho voluto semplicemente essere un Uomo> e un Uomo Viviani lo è stato sia nel giornalismo che nella vita di tutti i giorni. Preciso sulle notizie, si documentava affinché non uscisse una virgola fuori posto. Lanciato dall’allora direttore Luciano Lombardi, prima è stato responsabile delle redazioni di Arona e Borgomanero, poi delle pagine di Novara e il suo territorio circostante. Avrebbe sicuramente meritato la direzione di un giornale, ma la sorte non gli ha dato il tempo. Era innamorato, oltre della famiglia, della moglie e dei figli, anche del lago Maggiore, aveva preso da qualche anno una seconda residenza a Stresa e la soddisfazione di una barca. Era figlio del generale Ambrogio Viviani, capo del Sismi, i Servizi Segreti Italiani.

Abitava a Cerano dove lascia la moglie Lalla Negri, giornalista pure lei, due figli e i fratelli.

 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa