logo1

Costa Concordia 10 anni dopo. I ricordi di Alessandra Della Piazza

La donna con il marito Marco e la figlia allora diciassettenne Sharon si trovava a bordo della grande nave al momento dell'incidente. Il racconto 

La tragedia della Costa Concordia rivissuta nei ricordi di Alessandra Della Piazza. L'ossolana con il marito Marco e la figlia Sharon era a bordo della nave da crociera quella tragica sera. A dieci anni dall'incidente ripercorre con la mente quei momenti:  l'allarme, la confusione e infine il drammatico sbarco. " Tutto è cominciato con un grosso boato. Vedevamo la gente attorno a noi preoccuparsi. I camerieri però continuavano a festeggiare e stappare bottiglie. Non ci siamo preoccupati all'inizio. Poi un cameriere portoghese ha detto ad una nostra conoscente di andare via. Siamo tornati in cabina. Abbiamo lasciato i cappotti abbiamo preso giacche più leggere. In caso avessimo dovuto nuotare sarebbe stato più agevole " racconta la donna. In una giornata di sole l'abbiamo incontrata a Cosasca, popolosa frazione di Trontano. Alessandra di quella sera ricorda forte il calore e l'ospitalità degli abitanti del Giglio. " Ci buttavano le coperte dai balconi. Ci hanno spalancato le case. Sono stati grandi " racconta. Di quella drammatica notte dice di avere un ricordo lontano. "La vita va avanti. La cosa che ancora mi impressione ripensandoci è la calca che si era creata e i bimbi che venivano calpestati dalle persone. Fortunatamente noi siamo riusciti a mantenere la calma " spiega. A quell'epoca Alessandra era volontaria della Croce Rossa. Gestire l'emergenza per lei era un abitudine. Passato qualche anno dal gennaio 2012 con il marito ha voluto provare l'ebbrezza di salire su una nuova nave. " Avevmo bisogno di misurarmi con me stessa. Siamo stati nel nord Europa. Bellissimo" conclude.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa