logo1

Piazza ex Carceri : entro fine mese sarà pubblicato il nuovo bando per il gestore del bar

Lo ha detto l’assessore ai lavori pubblici, Franco Falciola, martedì sera al consiglio comunale rispondendo all’interpellanza presentati dai gruppi di minoranza DomoDomani e Pd

Piazza ex Carceri : entro fine mese sarà pubblicato il nuovo bando con cui il comune di Domodossola intende individuare il gestore del nuovo bar realizzato lo scorso autunno. Lo ha detto l’assessore ai lavori pubblici, Franco Falciola, martedì sera al consiglio comunale rispondendo all’interpellanza presentati dai gruppi di minoranza DomoDomani e Pd. “Sarà riproposto un nuovo bando alle stesse condizioni dell’ultimo” ha spiegato al parlamentino domese il titolare dell’assessorato all’urbanistica. Falciola ha confermato le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi circa l’espletamento delle procedure del primo bando. “Di fatto è stata presentata una sola offerta. E questa mancava di un requisito fondamentale. Non è stata versata la fideiussione richiesta nel bando. Da qui la necessità di riproporre gli atti nella speranza che vada a buon fine “ l’auspico dell’assessore.

Tra i punti trattati dall’assemblea domese anche la pericolosità dell’incrocio tra le vie De Gasperi, Trieste e Carale di Masera in centro città. Il documento è stato presentato dopo che alcuni cittadini hanno lamentato la pericolosità del luogo. “Ultimamente mi sono stati segnalati alcuni incidenti. Chiediamo di conoscere le misure che l’amministrazione ha intenzione di adottare per rendere più sicura l’area” la richiesta arrivata dal consigliere Ricci. Gli ha risposto il sindaco. Lucio Pizzi ha spiegato che i dati in possesso della Polizia locale hanno evidenziato 3 sinistri nel 2021. Dal 2018 al 2020 il comando della Polizia municipale non ha rilevato incidente così come nei primi 4 mesi dell’anno in corso. “Numeri questi che dicono che non c’è bisogno di alcun intervento. Gli automobilisti devono essere più attenti alla guida. Se passasse il concetto che dopo ogni incidente occorre intervenire con la posa di rallentatori non sarebbe giusto. Oltre al costo, 4 mila euro ognuno, vi sarebbero effetti negativi sulla popolazione che risiede in zona” ha concluso Pizzi. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa