logo1

Lite tra due giovani migranti presso il centro di accoglienza di Arizzano. Sequestrato un coltello

Altri due ospiti della stessa struttura sono stati allontanati dopo il diniego definitivo dell'istanza di protezione internazionale

 
 

polizia auto01

Ancora un intervento della Polizia al centro di accoglienza migranti “Maria Ausiliatrice” di Arizzano. Questa volta la segnalazione, giunta alla Questura ieri intorno alle 13,30, riguardava una lite tra due ospiti, uno dei quali armato di coltello. Subito gli agenti sono arrivati sul posto, ma la situazione si era già calmata. Sono comunque stati identificati i protagonisti della lite, tramite il racconto dei testimoni, sia operatori del centro che degli altri ospiti. Si tratta di un ventitreenne del Gambia e un ventunenne nigeriano. I poliziotti hanno sequestrato il coltello da cucina e i due sono stati portati in Questura. Per loro è stato emesso un provvedimento di revoca dell’accoglienza per la violazione delle regole del centro.  Intanto prosegue il progressivo alleggerimento del numero di ospiti del centro che dagli iniziali 50 diventeranno 25. Ieri sono stati allontanati due giovani del Mahli, per cessazione del diritto di accoglienza, dal momento che la Corte d’Appello di Torino ha notificato loro definitivamente il diniego della richiesta di riconoscimento dello status di profughi. Per questo motivo sono stati espulsi dal territorio nazionale.
Intanto il Comune di Stresa ha pubblicato sulla pagina Facebook istituzionale gli aggiornamenti relativi ai sei migranti della Guinea spostati da Re, collocati in alloggi ritenuti non idonei in via Al Castello. Secondo quanto emerge si sarebbe trattato di un appartamento troppo piccolo per accogliere sei persone e senza riscaldamento. La cooperativa Educamondo ha comunicato al Comune di aver abbandonato i locali, dopo il sopralluogo della comandante della Polizia Municipale Monica Bossi su disposizione del sindaco Giuseppe Bottini. Attualmente i sei giovani sono accolti da una casa religiosa a Verbania. 
 
Di Maria Elisa Gualandris
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa