logo1

Risiedeva a Orta San Giulio dove lavorava come pizzaiolo il ragazzo annegato a Omegna

Il personale del 118 a lungo ha provato a rianimarlo. Per l'egiziano non c'è stato nulla da fare

Un ragazzo di 22 anni di nazionalità egiziana è annegato nel pomeriggio di oggi a Omegna. Risiedeva a Orta San Giulio dove lavorava come pizzaiolo. Era arrivato alla spiaggia della Canottieri per passare qualche ora di spensieratezza sul lago. Come altre persone voleva trovare refrigerio viste le temperature di questi ultimi giorni. Alcuni testimoni hanno riferito di averlo visto più volte entrare in acqua. L’ultima dopo uno spuntino.
Poco dopo le 17 si è consumato il dramma. Il ragazzo è stato notato da alcuni bagnanti annaspare nell’acqua. Subito sono scattati i soccorsi. Dalla riva si è tuffata una persona. L’egiziano oramai sott’acqua è stato stato raggiunto e riportato a terra. Una volta sulla spiaggia gli è stato praticato un primo massaggio cardiaco. Immediatamente è stato allertato il servizio 118. Tempestivo l’intervento di medici e infermieri che hanno provato a lungo a rianimarlo. Per il ragazzo però non c’è stato però nulla da fare. Sul posto sono intervenuti anche Carabinieri e Vigili del Fuoco.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa