logo1

Oss arrestato ieri, aveva commesso due reati nello stesso giorno

Prima ha molestato sessualmente una paziente del Dea e poi ha malmenato un venditore di rose. Grazie all’indagine dei Carabinieri di Stresa è ora agli arresti domiciliari un ventisettenne di origini siciliane, già noto alle forze dell’ordine. Non solo: lo stesso a giugno aveva minacciato con un coltello un automobilista

Nello stesso giorno ha molestato sessualmente una paziente del Dea e poi ha malmenato un venditore di rose. Grazie all’indagine dei Carabinieri di Stresa è ora agli arresti domiciliari un ventisettenne di origini siciliane, già noto alle forze dell’ordine. Non solo: lo stesso a giugno aveva minacciato con un coltello un automobilista in seguito a una discussione sulla strada a Baveno. Anche in quel caso erano intervenuti i militari stresiani. 

L’episodio accaduto al Dea è molto grave, il ventisettenne, che lavorava come Oss tramite agenzia interinale al Castelli (l’asl Vco con un comunicato ieri sera ha fatto sapere che il contratto era di un mese, è scaduto il 29 luglio e non è stato rinnovato), con la scusa di assisterla ha palpeggiato nelle parti intime una paziente che attendeva di essere visitata. 

I militari hanno raccolto la denuncia della donna e poi tutti gli elementi utili per ottenere il provvedimento da parte del gip e ora si trova ai domiciliari. 

La sera del 29 luglio aveva aggredito un venditore di rose fuori da un locale di Pallanza, colpendolo più volte con dei pugni e con il guinzaglio del suo cane di grossa taglia, che aveva anche aizzato contro il giovane. 

 

 


Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa