logo1

"Passare le Alpi", mostra itinerante a Macugnaga

Un percorso costruito completamente all’aperto, grazie alle riproduzioni delle opere su grandi pannelli esposti nei borghi coinvolti, e dedicato alle alte vie di comunicazione, ai passi alpini, ai mezzi di trasporto e ai viaggiatori tra Val d’Ossola e Canton Vallese

"Passare le Alpi". Siamo a Macugnaga con la mostra itinerante che racconta il superamento dei confini, narra di esplorazioni, valichi e contrabbandieri. Mostra "sorella" anche a Ponte di Formazza.

Le Alpi sono la catena montuosa più importante d’Europa, disegnano i confini tra diversi stati e da sempre sono attraversate, scalate, sorvolate ed esplorate. Un punto di passaggio per persone, idee, merci e tradizioni. Il confine non inteso come barriera ma uno spazio dove si incontra l’altro. È da questa idea che prende il via la mostra.

Un percorso costruito completamente all’aperto, grazie alle riproduzioni delle opere su grandi pannelli esposti nei borghi coinvolti, e dedicato alle alte vie di comunicazione, ai passi alpini, ai mezzi di trasporto e ai viaggiatori tra Val d’Ossola e Canton Vallese. 28 gli illustratori e artisti che hanno lavorato su diversi temi: i paesaggi dei valichi tra Ossola e Vallese, la ferrovia Vigezzina e il traforo del Sempione, Geo Chavez e la prima trasvolata delle Alpi, i contrabbandieri solo per fare qualche esempio. In parallelo e in dialogo con le opere contemporanee, Enrico Rizzi, storico delle Alpi, ha selezionato una serie di stampe ottocentesche di età romantica che riflettono sugli stessi temi.

Passare le Alpi” nasce all’interno del progetto Interreg Italia-Svizzera “Di-Se – DiSegnare il territorio”, tre anni all’insegna del disegno e dell’arte a cura di Associazione Musei d’Ossola, Museumzentrum La Caverna di Naters e Associazione Asilo Bianco. Le attività del terzo anno di “Di-Se” sono dedicate al muoversi in montagna. L'esposizione sarà a Macugnaga – e a Formazza – fino al 28 agosto. Come vuole la sua natura itinerante, arriverà poi a settembre a Omegna sul lago d’Orta, e in inverno a Naters, in Canton Vallese, Svizzera.


Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa