logo1

Nuova funivia Mottarone: entro fine anno sarà presentato il business plan

Oggi a Stresa il professor Angelo Miglietta

La nuova funivia sarà un’attrazione turistica “in sé”, una «piattaforma aperta sia in direzione del lago d’Orta, e un collegamento, attraverso la Navigazione lago Maggiore, anche con il turismo lombardo, della provincia di Varese, e svizzero». La visione, illustrata dal consulente del Ministero Angelo Miglietta, è quindi estremamente allargata al territorio circostante. Miglietta non si sbilancia sui costi dell’opera, che saranno resi noti con l’appalto, ma probabilmente si aggireranno intorno ai 50 milioni. Il privato che si aggiudicherà il bando si occuperà della progettazione, realizzazione e gestione della funivia con una società che prevederà anche la presenza dello Stato, della Regione e del Comune come «ulteriore garanzia di sicurezza» aggiunge Miglietta. Con il business plan si potrà accedere ai fondi del Ministero destinati alle infrastrutture turistiche, ma la Regione ha comunque già stanziato delle risorse per lo studio di fattibilità.

«Vogliamo il meglio per un territorio che ha una crescita dei flussi turistici, che meritano di essere coccolati. Non appena sarà nominato il nuovo Governo andremo dal ministro incaricato del Turismo e chiederemo di continuare a lavorare in continuità» ha detto l’assessore regionale all’Ambiente e Innovazione Matteo Marnati, in video collegamento.

Ha aggiunto il sindaco Marcella Severino: «L’idea è che intorno a questo progetto nascano attività e attrazioni sulla montagna, che possano poi trovare i turisti quando salgono in vetta. In questo senso è importante il dialogo con la famiglia Borromeo, che gioca un ruolo importante non solo sul lago, ma anche al Mottarone».

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa