logo1

Fa battere la testa alla ex, il Questore Nappi chiede la Sorveglianza speciale per un uomo violento

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Torino

In una lite ha spinto la ex facendola cadere. La donna ha battuto la testa contro il calorifero e ha riportato un taglio, tanto da essere ricoverata all’ospedale Castelli. Misura di sorveglianza speciale emessa dal Questore del Vco Luigi Nappi nei confronti dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, di indole violenta, con precedenti per detenzione di stupefacenti, spaccio e altri reati. Nonostante i richiami ha continuato con il suo stile di vita irrispettoso della legge, continuando con comportamenti delinquenziali e pericolosi per l’incolumità pubblica. La sua violenza si è scatenata anche contro la ex compagna. Nonostante il divieto di avvicinamento alla donna e alla sua casa e il divieto di comunicare con lei, ha violato le prescrizioni ed è stato denunciato.
Il Questore allora ha chiesto nei suoi confronti al Tribunale di Sorveglianza di Torino la misura della Sorveglianza speciale, inquadrandolo nella categoria di soggetti responsabili di atti persecutori e maltrattamenti. Da Torino la richiesta è stata accolta riconoscendo la pericolosità del soggetto. Per due anni e mezzo l’uomo non potrà quindi dimorare nello stesso comune della ex, e per allontanarsi dalla propria dimora dovrà avvisare la Questura. Sarà obbligato a rimanere nella propria abitazione dalle 21 alle 7 di mattina, non potrà accedere agli esercizi pubblici dalle 18 alle 21, ma, soprattutto non potrà avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ex, mantenendo una distanza di almeno 500 metri, allontanandosene immediatamente in caso di incontro occasionale. Dovrà anche partecipare a uno specifico percorso di recupero per gli autori di maltrattamenti.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa