logo1

Discarica di Santino. Assolti gli imputati

 

Non ci furono irregolarità nella gestione dei rifiuti alla discarica di Santino : assolti Vittorio Zacchera e Cornelio Minotti.

 
 

verbania tribunale entrata

 
Assolti perché il fatto non sussiste. Si è chiuso oggi con la sentenza del giudice Rosa Maria Fornelli il processo per la discarica di Santino, che vedeva imputati il presidente della cooperativa Risorse Vittorio Zacchera e il vice presidente Cornelio Minotti, difesi dall'avvocato Giovanni Aquino. Le accuse, al termine di una lunga indagine del Corpo Forestale dello Stato, erano a vario titolo di irregolarità nel trasporto, nel trattamento dei rifiuti e di falso. La cooperativa Risorse gestisce l'area di conferimento dei rifiuti su appalto di ConserVco. L'area era stata anche sequestrata per un breve periodo. La pm Anna Maria Rossi aveva chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione per Zacchera e a 5 mesi e 10 giorni di arresto per Minotti. Ma il giudice ha assolto entrambi gli imputati. 
“Sono soddisfatto che l'esito di questa vicenda riaffermi la serietà dell'operato della cooperativa – commenta Zacchera -, svolto in questi 25 anni insieme a Comune, Provincia, Asl, Arpa e anche con lo stesso Corpo Forestale. Oggi è stato affermato che il lavoro è stato svolto in maniera corretta. Continueremo a svolgere la nostra attività con attenzione alla normativa, che è in continua evoluzione”. Osserva Zacchera: “La nostra immagine è stata certo compromessa da questa vicenda, speriamo che la sentenza di oggi possa riabilitare coloro che hanno lavorato con modalità che a questo punto si confermano non delittuose”.
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa