logo1

" Se non torni con me ti sfiguro con l'acido "

 

Minaccia la ex di sfigurarla con l'acido: la Squadra Mobile salva la donna e arresta un francese residente a Verbania

 

polizia auto01

Il coraggio di chiedere aiuto e l'intervento tempestivo degli uomini della Squadra Mobile della Questura hanno evitato l'ennesimo atto di violenza nei confronti di una donna, con conseguenze che avrebbero potuto essere irreparabili. E' accaduto a Verbania nei giorni scorsi. Una donna si è rivolta alla Polizia perché terrorizzata dal suo ex, un trentacinquenne francese domiciliato a Verbania, del quale non riveliamo l'identità per tutelare la vittima, che continuava a perseguitarla nonostante la relazione fosse ormai finita. Da due mesi la tormentava con pedinamenti a casa sua e sul posto di lavoro. La situazione è degenerata venerdì, quando lui si è avvicinato all'auto della donna e le ha mostrato una bottiglia di acido, dicendole che l'avrebbe sfigurata. A quel punto lei ha deciso di chiedere aiuto alla Polizia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno iniziato a tenere d'occhio il francese, che domenica mattina ha fatto più volte la spola a partire dalle 7 tra la casa della donna e il suo posto di lavoro. A un certo punto, gli agenti diretti dal commissario capo Ugo Armano hanno deciso di fermarlo per non mettere a rischio la vittima. Hanno perquisito l'auto, a bordo c'erano una bottiglia di “idraulico liquido” e una di candeggina, oltre a un coltello con una lama di circa dieci centimetri nascosto sotto il tappetino. E' scattata così la perquisizione domiciliare che ha permesso di trovare ben sei cellulari con schede diversi usati per contattare la ex senza che lei potesse riconoscere e rifiutare il numero e per mandare messaggi con minacce di morte. Gli agenti hanno trovato anche un tirapugni. Il trentacinquenne, incensurato, che al momento non lavora e pare volesse aprire un'attività commerciale a Verbania, è stato arrestato per stalking e condotto il carcere. Il Gip ha convalidato l'arresto e ha disposto la misura dei domiciliari oltre all'assoluto divieto di avvicinarsi alla ex. Un caso in cui l'intervento tempestivo della Polizia, sulla scia delle campagne di informazione e di prevenzione degli ultimi mesi, ha veramente potuto fare la differenza e scongiurare l'ennesima tragedia. 

 

Maria Elisa Gualandris

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Ultime news

Venerdì, 24 Settembre 2021
Baveno investe in lavori pubblici
Venerdì, 24 Settembre 2021
" Liberi di imparare "

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa