logo1

E' stato un corto circuito a causare lo scoppio in un'officina di Vogogna

 

Attimi di paura, notevoli i danni ma né la casa del proprietario né quelle vicine hanno riportato conseguenze e non ci sono feriti

 

botto vogogna bis

E' stato probabilmente un corto circuito a causare lo scoppio nell'officina artigianale di via Calami a Vogogna. Uno scoppio che questa mattina, verso le 9 ha richiamato l'attenzione di molti vogognesi preoccupati per il boato che ha rotto il silenzio del paese, facendo temere il peggio.

Un corto circuito che ha causato lo scoppio di una bombola (forse di gpl) , una delle diverse bombole che il proprietario della casa ha nella sua piccola officina dova svolge alcuni lavori.

Il boato ha fatto accorrere diversi vicini di casa, che si sono trovati di fronte ad una colonna di fumo nero che si levava dall'officina, un edificio ricavato nel piccolo cortile a due passi dall'abitazione che si trova dietro la linea ferroviaria Domodossola-Novara, a poche centinaia di metri dalla stazione.

Per fortuna, nessuno era rimasto ferito. Il proprietario della casa era spaventato ma illeso. L'officina invece era in gran parte distrutta al suo interno. Il corto circuito ha provocato le scintille che, probabilmente, hanno innescato lo scoppio della bombola, sviluppando l'incendio all'interno del locale.

Sul posto sono giunti subito i vigili del fuoco di Domodossola con tre automezzi e un'ambulanza del 118. I vigili hanno dovuto lavorare a lungo, per tutta la mattinata, per spegnere l'incendio. Ma soprattutto hanno dovuto mettere in sicurezza, raffreddandole, le altre bombole presenti sul posto, per evitare scoppiassero e causassero un disastro.

Notevoli i danni. Ma né la casa del proprietario né quelle vicine hanno riportato danni.

 

 

di Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa