logo1

Donne investite a Casale ieri, condizioni serie.

Sono state trasportate al Maggiore di Novara le due donne investite ieri in località Sant'Anna a Casale Corte Cerro, sulla provinciale 229. Non sono in pericolo di vita, ma le condizioni sono serie

casale incidente

Non sono in pericolo di vita, ma sono in condizioni serie le due donne investite ieri intorno a mezzogiorno sulla provinciale 229 del lago d'Orta, in località Sant'Anna, frazione di Casale Corte Cerro. Le due, madre e figlia, erano sul ciglio della strada, pronte ad attraversare sulle strisce pedonali quando sono state travolte da un'auto. Soccorse dalla medicalizzata del 118, sono prima state portate al Castelli di Verbania e successivamente al Maggiore di Novara. La figlia  ha riportato i traumi più serie: è in rianimazione con trauma cranico e bacino rotto, mentre  la mamma nella caduta a seguito dell'investimento ha riportato anche lei la frattura del bacino, della mascella ed ha il volto tumefatto. Sulla dinamica dell'incidente indagano i carabini di Omegna e di Verbania. Quanto successo per altro riporta d'attualità un problema che puntualmente si ripropone: quello della sicurezza sulla provinciale 229, dove le auto sfrecciano a velocità sostenuta ed i rischi per pedoni e ciclisti sono davvero grandi. I residenti della zona ed anche diversi esercenti hanno alzato la voce per denunciare il pericolo: un appello che è stato fatto proprio dal sindaco di Casale Corte Cerro Grazia Richetti, che ha assicurato che interverrà con la Provincia per studiare soluzioni che possano rendere meno pericolosa l'arteria. Tra le ipotesi che sono state proposte quella dei semafori intelligenti in prossimità degli attraversamenti pedonali: uno è già in funzione, al Gabbio, ed è perfettamente sicuro

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa