logo1

Sau a processo per abuso d'ufficio

Rinviata a giudizio per abuso d’ufficio nell’ambito delle vicende legate al canile l’assessore Sau. La giunta: “Non saremo parte civile”
 
 
sau laura
 
 
L’assessore verbanese Laura Sau andrà a processo per abuso d’ufficio. Lo ha deciso il Gup Elena Ceriotti che questa mattina ha accolto la richiesta della pm Sveva De Liguoro, rinviando a giudizio Sau e fissando la prima data del processo per il 7 febbraio. La vicenda risale al 2016, quando l’associazione Amici degli animali aveva chiesto al Comune il patrocinio per la manifestazione dedicata ai cani al Parco Robinson a Intra. La richiesta era stata inoltrata per email e, sempre per email, l’assessore aveva risposto che sarebbe stato opportuno che prima l’associazione chiedesse scusa per le accuse e gli insulti che venivano pubblicati su Facebook. Era infatti il periodo più “infuocato” del cambiamento di gestione del canile comunale, con una serie di denunce e contro denunce cui sono seguite vicende giudiziarie ancora in corso.
Questa mattina l’associazione Amici degli Animali si è costituita parte civile con l’avvocato Laura Ferrara. Soddisfatta la presidente Loredana Brizio, che chiede per l’associazione un risarcimento danni di 30 mila euro. 
L’avvocato difensore Maria Grazia Medali spiega: “Abbiamo deciso di andare a dibattimento e non ricorrere a riti alternativi per verificare l’accaduto e siamo certi che nel dibattimento sarà dimostrata l’innocenza di Laura Sau”.
La giunta comunale intanto annuncia che non si costituirà parte civile al processo: “La eventuale dichiarazione di parte civile deve contenere una ragionevole causa la cui fondatezza ed ammissibilità devono poi essere accettate dal Tribunale e che alla Giunta appaiono non evidenti - si legge nella nota inviata da Palazzo di Città -. Quanto poi al presunto danno d’immagine poiché lo stesso, nel caso ci sia, deriva unicamente dalla commissione di un reato, esso si concretizza eventualmente solo in caso di condanna e non è certo collegato al semplice rinvio a giudizio”.
Già Lega Nord e Sinistra e Ambiente hanno chiesto invece la costituzione del Comune come parte civile al processo. 
 
 
Maria Elisa Gualandris 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa