logo1

"Natale sicuro" con la Polizia di Stato

Due giornate di controlli della Questura del Vco per un Natale sicuro: setacciati locali e sale videolottery, predisposti posti di blocco sulle strade nei pressi dei centri commerciali

 

polizia auto01

 
 
“Natale sicuro” con la Questura che, nelle giornate di lunedì e martedì, ha effettuato  servizi straordinari di controllo del territorio, per la tutela dell’ordine pubblico e la prevenzione dei furti.
Interessati dall’operazione i Comuni di Verbania, Baveno, Gravellona Toce, Omegna e Cambiasca, che hanno visto le pattuglie della Polizia di Stato predisporre 6 posti di  controllo lungo le vie di collegamento maggiormente trafficate, specialmente per i centri commerciali, presi d’assalto per lo shopping natalizio.
In tutto sono stati controllati 15 tra esercizi pubblici e sale VLT della provincia.
Identificate 201 persone di cui 60 straniere. Di esse, 49 sono risultate già note alle forze dell’ordine.
I veicoli controllati sono stati 44; in 2 casi sono stati elevati verbali di contestazione per violazioni al Codice della Strada (nello specifico si è trattato di due episodi di guida senza patente al seguito).
Da segnalare che 2 dei soggetti sottoposti a controllo, entrambi magrebini, sono stati denunciati a piede libero. Il primo perché non aveva con sé il permesso di soggiorno, l’altro perché nel corso dell’attività ha minacciato i poliziotti durante lo svolgimento del loro lavoro. E sempre in tema natalizio, i poliziotti del Vco hanno voluto dare il loro contributo alle persone meno fortunate con due campagne nazionali di raccolta fondi: “Telethon 2017”, per sovvenzionare la ricerca sulle malattie genetiche rare,  e “Dono ricerca – Ridono la vita” promossa dall’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova per sostenere i ricercatori che combattono il neuroblastoma e i tumori cerebrali nei bambini. 
 
di Maria Elisa Gualandris
 
Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa