logo1

Arrestato in Portogallo, nulli gli atti


Il giudice accoglie le eccezioni dell'avvocato Ferretti e annulla gli atti relativi alla vicenda di Giulio Cesare Colombara, resosi irreperibile e rintracciato ad agosto in Portogallo

verbania tribunale4

 

Aveva obbligo di soggiorno nel Comune di Brovello Carpugnino, ma era stato rintracciato e arrestato in Portogallo: nulli tutti gli atti. Il giudice Raffaella Zappatini questa mattina ha accolto l’eccezione dell’avvocato difensore Christian Ferretti e rimandato tutti gli atti alla Procura. L’imputato era Giulio Cesare Colombara, che nel mese di maggio 2009, aveva violato le prescrizioni attinenti la misura di prevenzione di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di Brovello Carpugnino, disposta nei suoi confronti dal Tribunale di Verbania.

Egli, a seguito delle vane ricerche effettuate, era stato quindi dichiarato irreperibile con decreto dalla Procura.

Lo scorso 22 agosto era però stato arrestato in Portogallo, a seguito di mandato di arresto europeo emesso dalla Procura della Repubblica preso il Tribunale di Novara

e quindi estradato in Italia, ed attualmente è detenuto.

L’avvocato Ferretti ha eccepito la nullità del decreto di irreperibilità e di tutti gli atti successivi. Il giudice Zappatini ha accolto l'eccezione di nullità sollevata ed ha ordinato la restituzione degli atti al Pubblico Ministero.

 

M.e.g.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa