logo1

"E' uno studio. Si parte dalla medicina territoriale con più case della salute sul modello di Cannobio, poi potenziamento dell'emergenza 118 con più medicalizzate e una serie di scenari legati a diversi punteggi", così il consigliere regionale Alberto Preioni sul progetto di riorganizzazione della nostra sanità che domani sarà presentato alla rappresentanza dei sindaci da Ires e dall'assessore regionale Icardi. Aggiunge Preioni: "Le scelte sono state ricalibrate dopo le giuste rimostranze dei cittadini verbanesi. Niente ospedale unico, mantenimento dei tre nosocomi a Domodossola, Omegna e Verbania che verranno potenziati"

"Siamo pronti a sostenerla - ha affermato il Presidente del Piemonte- se c'è una condivisione sull'iniziativa da parte del territorio". Il sindaco di Stresa Severino: "Non abbiamo avuto modo di prendere visione del progetto, sappiamo quanto diffuso dai media. Quando lo avremo, valuteremo". I promotori hanno parlato di un'idea condivisa dai principali operatori turistici locali

 
 

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa