logo1

Possaccio perde a Modena

Il Possaccio sconfitto a Modena dalla Rinascita nello scontro diretto. Domani i verbanesi cercano riscatto contro l'Aquila

Il primo assioma nella raffa, è che non esiste il pareggio: ogni partita deve avere un vincitore, anche nelle sfide a 3, dove se ognuno vince uno scontro, alla fine si va ai pallini e chi ne colpisce di più vince. Esiste però l’eccezione: in campionato, con 8 set in programma (uno in terna, 3 nei singolari, 4 nelle gare a coppia) può succedere di chiudere 4 a 4. Era questa una ipotesi che, fino alle ultime boccie dell’ultimo set, si era resa possibile sabato scorso a Budrione di Carpi, nella quasi decisiva sfida tra la capolista Possacccio e la Rinascita modenese, da noi seguita con le telecamere.

Invece è finita 5 a 3 per i padroni di casa, trascinati da un Giovanni Scicchitano, che 6 giorni prima aveva vinto il Pallino d’Oro su quegli stessi campi e il giorno dopo avrebbe vinto una gara nazionale a Treviso, battendo per di più in finale l’altro protagonista della sfida del giorno prima, il suo compagno di squadra Diego Paleari. Gente tosta dunque, batterli non era facile...

E così c’è stato il controsorpasso in classifica nei confronti dei nostri portacolori, effettuato non solo da Scicchitano and Company, ma anche dalla Sant’Angelo Montegrillo che ha vinto fuori 5 a3 contro la Gialletti: le due società guidano con 25 punti, uno di vantaggio sui verbanesi, a 3 giornate dal termine della regular season.

La gara di sabato ha visto 5 degli 8 set persi dal Possaccio: se Signorini, Paone e Martinoli (subentrato sullo 0 a 6 ad uno spento Campisi) riuscivano a prevalere con una grande rimonta in terna (8 a 6) e poi lo spesso Paone vinceva l’individuale secca contro Paleari (8 a 6), era Max Chiappella a perdere entrambi i set di individuale da Sicchitano (il primo 7 a 8 con molta sfortuna, poi 4 a 8). All’intervallo comunque il 2 a 2 lasciava aperta la gara, e alle speranze di quella ventina di tifosi scesi in Emilia al seguito. Invece nelle sfide di coppia, soltanto Chiappella e Turuani nel secondo set (8 a 1 contro Antonini-Santoru) riuscivano a portar via il terzo punto, mentre Scicchitano e Paleari battevano Signorini e Paone 8 a 2 e infine 8 a 4.


Sarebbe bastato portar via il pareggio per tenere a 2 punti la Rinascita e vedersi agganciati soltanto dalla Piccirillo, che dovrà peraltro salire a Verbania nell’ultima gara di campionato. E’ la fine di un sogno per la Bocciofila Possaccio? Tutto può ancora succedere, ma adesso sono gli altri, i padroni del loro stesso destino.... Sabato Possaccio-L’Aquila: il riscatto è nelle boccie tra le mani dei verbanesi. E non potrà mancare !

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa