logo1

La vittoria più bella del mitico Antonio Riva; ha sconfitto il CoVid-19

Dopo quasi due mesi di partita durissima contro un avversario davvero ignobile il mitico verbanese Antonio Riva, leggenda delle bocce, ha sconfitto il coronavirus insieme alla moglie Camilla ed è quasi al termine della convalescenza in clinica: “I medici mi hanno detto che sono miracolato, ringrazio che mi è stato vicino” ha detto alla Gazzetta.

La partita la stava vincendo questo subdolo infame virus, ma alla fine l’ha persa. Chissà quante volte con un ultimo colpo ad effetto il mitico Antonio Riva, immenso delle bocce, forse il giocatore di ‘raffa’ più forte di sempre, che poche giorni fa abbiamo celebrato (sapevamo, sapevamo da tempo ma abbiamo evitato di trattare la cosa, per questioni di privacy) per i suoi 80 anni, avrà vinto partite che parevano irrimediabilmente perdute, con un colpo ad effetto dei suoi. E ce l’ha fatta anche questa volta, in una ‘partita a squadre’ visto che anche la sua moglie Camilla ha vissuto la stessa brutta esperienza e ne è uscita altrettanto vincitrice. Dopo quasi due mesi di lotta, dopo un lungo ricovero in ospedale Antonio Riva, pallanzese, ha battuto il Covid-19. In un articolo sulla Gazzetta dello Sport i medici lo hanno definito un miracolato: “Io però ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini” ha detto. Miracolo o vittoria che sia per noi è un campionissimo; bella la chiosa sempre della ‘Rosea’: “La vittoria sul nemico invisibile è l’omaggio del più grande alle centinaia di tesserati deceduti a causa della patologia: Antonio Riva è sceso in campo e ha vinto per tutti”. Complimenti ‘Togn’, questo è il tuo, il vostro, titolo più bello…    

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa