logo1

Domani la Monte Rosa Est Himalayan Trail

Fervono i preparativi per il colpo di pistola che darà il via agli atleti del Monte Rosa EST Himalayan Trail.

Cinque le distanze in programma per accontentare tutti gli atleti, tutte con partenza e arrivo al Centro Sportivo di frazione Pecetto a Macugnaga. I primi a partire, alle 4.00 di mattina del 17 luglio, saranno gli atleti della ULTRA 105K/8.000 D+, seguiti alle 5.00 dai partecipanti della EPIC 60K/4.700 D+ e ancora un’ora dopo, alle 6.00 i runner della SKY 38K/3.100 D+. Più “rilassante” la partenza dei concorrenti della CHALLENGE 22K/1.700 D+, alle 8:30, seguita alle 9.00 dagli atleti della SHORT 14K/850 D+.

TOP ATLETI – E’ solo alla terza edizione ma il Monte Rosa EST Himalayan Trail si è già trasformato in obiettivo per tantissimi trail ed ultratrail runner. L’albo d’oro ha già impresso nomi importanti, come quello di Giulio Ornati nel 2018, seguito dal valdostano Franco Collè nel 2019, mentre tra le donne sono Giulia Saggin e Estelita Santin Fernandez (ESP) le atlete che hanno fatto storia nelle prime due edizioni. 

Ai nastri di partenza della ULTRA 105K troviamo subito il nome di Franco Collè, atleta del team HOKA che ha iniziato a collezionare successi nel trail running a partire dal 2012, quando vinse il Cervino X-Trail e si classificò quinto al Tor des Geants. Sono tantissimi i risultati di altissimo rilievo, tra cui spiccano le tre vittorie consecutive al Tor des Geants e la convocazione in azzurro ai campionati di trail del 2015. Collè rientra dai Pirenei dove, indossando i colori della Nazionale, ha conquistato il quarto posto allo SKYULTRA Buff Epic Trail 68K. Correrà con Gianluca Galeati, ASD Leopodistica, abituato a piazzarsi nelle prime posizioni sul Monte Rosa e a segno con un secondo posto al Tor des Geants del 2015.

Al femminile rimandato al 2022, causa infortunio, il debutto al MEHT dell’atleta locale Alice Modignani Fasoli, Bergamo Stars Atletica, specialista di ultradistanze sia su strada, che su pista che in montagna, una vera appassionata di endurance a tutto tondo con all’attivo vittorie come la TrackBack 520 km in Austria, tre edizioni della 100 km del Caribe ed innumerevoli altre. Confermata invece Chiara Boggio, Team HOKA, abituata alle ultradistanze dove si è sempre distinta collezionando diversi podi. Per citarne alcuni, sue le vittorie nel 2019 di Ultra Trail La Thuile, Morenic Trail e Sila 3Vette, affiancate da uno straordinario bronzo al Tor Des Geants. In gara anche Maria Elisabetta Lastri, Sienarunners, ben consapevole dell’impegno richiesto dalla gara viste le sue tante partecipazioni a gare estreme, come l’Etna Trail, Dolomiti Extreme Trail e Amalfi Positano Trail, esempi di gare tecniche in cui la Lastri ha lasciato il segno.

Altrettanto blasonata la lista della EPIC 60K dove incontriamo, però, il nome dell’atleta locale Giulio Ornati, Sport Project VCO – Team Salomon, già vincitore del Tuscany Crossing, 2 volte sul gradino più alto del podio del Bettelmatt Ultratrail e dell’Ultra Trail del Lago d’Orta. L’atleta dovrà vedersela con Domenico Giosi, Atletica Leggera Mentana ASD, recentemente sul gradino più alto del podio all’Ultratrail Lifoj Picerno.

In partenza sulla 38K Tadei Pivk, Team Crazy La Sportiva, vincitore della Vesuvio Sky Marathon nel 2017 mentre tra le donne spicca il nome di Giuditta Turini, Team Karpos, di rientro dalla sesta edizione dei Campionati del Mondo di Sky Running dove ha festeggiato il bronzo nella SKYULTRA Buff Epic Trail 68K, giungendo al traguardo come miglior italiana in gara. La Turini è abituata al successo, come testimonia il suo palmarès nel quale si evidenziano numerose prime posizioni. Tra queste le vittorie SwissPeaks 170 (SUI), Ultratrack Supramonte Seaside, Adamello Ultra Trail 90 km e Valmalenco Ultradistance Trail (ITA). L’atleta non è nuova del Monte Rosa avendo conquistato due volte il secondo posto al Monte Rosa Walser UltraTrail.

In gara sulla 22K, segnalata la presenza di Alex Baldaccini, Team HOKA, azzurro di corsa in montagna dove ha conquistato due ori mondiali nelle categorie juniores e promesse oltre che nei campionati mondiali a staffetta.

Trattandosi di gare tecnicamente impegnative, ai partecipanti è richiesto uno specifico corredo di materiale obbligatorio e acquisizione di consapevolezza delle difficoltà del percorso. La partecipazione assegna punti ITRA, 5 per la 105K, 3 per la 60K, 2 per la 38K e 1 per la 22K.

IL TERRITORIO - Macugnaga, Z’Makana in lingua Walser, è una splendida località alpina situata ai piedi dell’imponente parete est del Monte Rosa, a 1.327m. La storia di Macugnaga, “perla del Rosa”, ebbe inizio nel XII secolo, quando i Walser, popolo di origine alemanna proveniente dal Vallese, occuparono questa rigogliosa conca dell’alta Valle Anzasca iniziando così la colonizzazione Walser attorno al Monte Rosa. Oggi la tradizione Walser è testimoniata dall’architettura delle abitazioni, dai costumi che le donne del paese indossano in particolari occasioni, dalla lingua Titsch ancor oggi parlata dagli anziani e dal Dorf, piccolo nucleo abitativo del 1.200 con la chiesa coeva, il cimitero e l’antico tiglio secolare. Correre il MEHT sarà l’occasione per entrare in contatto con un pezzo di storia delle Alpi.

Durante il weekend della gara accompagnatori e spettatori potranno scoprire luoghi magnifici nelle vicinanze del paese, così come raggiungere punti iconici della gara per vedere il passaggio degli atleti e fare il tifo in un contesto unico a livello Europeo. Il territorio si presta a diverse escursioni, irrinunciabili la gita al Lago delle Fate, dove l’acqua è color smeraldo e la leggenda narra della presenza di gnomi che avevano stretto un patto con le fate a cui consegnavano oro in cambio di marmellata. Si racconta che le fate utilizzassero l’oro per confezionarsi i vestiti e per la polvere magica. Tappa suggestiva anche quella del ghiacciaio Belvedere da cui partono numerosi sentieri, tutti panoramici e agevoli in periodo estivo. Tutti i sentieri portano ad esplorare un ambiente incontaminato, sarà possibile ammirare qualche timido camoscio e gli stambecchi, così come respirare il profumo dei rododendri e dei frutti di bosco. I più golosi potranno accontentare invece i loro palati con tanti prodotti tipici, dai mieli alle confetture, dai formaggi d'alpeggio all'infinita varietà di salumi, patrimonio di sapori unici e frutto di lavorazioni artigianali.

Sport PRO-MOTION A.S.D. ha pensato ovviamente anche ad accompagnatori e spettatori che potranno seguire le gare usufruendo delle tariffe speciali proposte dagli impianti di risalita della stazione alpina, partner del MEHT. A tutti i partecipanti invece sarà consegnato un braccialetto che varrà da ticket gratuito per i tre giorni dell’evento – Consulta la Guida Spettatori.

I PARTNER – Consolidata la partnership con HOKA, Title Partner della manifestazione, a cui si aggiunge Ricola, azienda che dal 1930 produce le famose e gustose caramelle alle erbe svizzere. L’azienda considerata pioniera nella coltivazione delle erbe con metodi naturali e conosciuta per l’alta qualità dei suoi prodotti, entra a far parte della famiglia MEHT.  Gli atleti troveranno nel pacco gara prodotti Ricola che potranno anche assaggiare al ritiro del pettorale o a fine gara. Ricola mette a disposizione dei vincitori sulle varie distanze diversi premi.

Iscrizioni possibili al MEHT VILLAGE solo per la distanza 14K nella giornata di VEN 15/07.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa