logo1

"Un pallone che insegna": il calcio a 5 vince con la solidarietà

azzurrasport logo

Quando lo sport si unisce alla solidarietà vince sempre. Il binomio vincente è stato confermato dal torneo amatoriale di calcio a cinque “Un pallone che insegna” che è andato in scena al Palamico di Castelletto Ticino durante questa giornata. Hanno organizzato il torneo la Cooperativa Insegnando Onlus e l’Arona calcio a 5.

 

L’intero ricavato è stato devoluto all’Associazone italiana bambini down di Arona a favore del primo laboratorio sportivo di calcio a cinque che prenderà il via il prossimo ottobre. L’Arona calcio a cinque, invece, dalla fine di ottobre si cimenterà nel campionato di Serie D, iniziando un percorso importante che culminerà nella prossima stagione quando nascerà anche un accademy dedicata ai più piccoli. Hanno preso parte al torneo 6 squadre e a trionfare è stato il Borgo Ticino, che ha sconfitto ai tiri da rigore in una finale equilibratissima e bellissima una delle due compagini dell’Ispra iscritte alla manifestazione. I 40 minuti regolarmentari sono terminati con il punteggio di 6 a 6 con parecchi capovolgimenti di fronte, tanto che l’Ispra a metà primo tempo si è trovata avanti di 3 lunghezze prima di essere ripresa e superata al termine dei primi 20 minuti di gioco. Grande protagonista della rimonta del Borgo Ticino è stato il classe 1994 Franco Barbale, autore di una tripletta e premiato come miglior giocatore del torneo. Grandi interventi hanno caratterizzato anche la prestazione in finale dell’estremo difensore Donald Zace, che ha arricchito la bacheca odierna del Borgo Ticino con il titolo di miglior portiere. Il premio di capocannoniere è andato a Massimo Dimola, giocatore dell’Ispra. Anche il terzo gradino del podio è stato conquistato dall’Ispra grazie alla finalina vinta dalla seconda squadra contro I Cialamanduri, ai quali è andato il premio fair play. Si è detto molto soddisfatto della giornata Antonio Palmieri, presidente dell’Arona calcio a cinque, che ha aggiunto: “Inizia per noi una stagione importante, nella quale affronteremo un campionato di Serie D e nella quale daremo una mano ai ragazzi down, in modo tale da fargli conoscere lo sport e da fargli stare un po’ di ore in compagnia. Un grande ringraziamento va a tutti quelli che ci stanno supportando e alle squadre che hanno partecipato alla manifestazione”.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa