logo1

Il lieto fine in attesa di capire cosa sia successo veramente. Dopo giorni di angoscia, dopo giorni ricerche nel lago da parte di Vigili del Fuoco e Sommozzatori che facevano presagire un tragico epilogo, la notizia buona che tutti speravano di sentire. Sebastiano Bianchi, il ventinovenne cestista verbanese che in carriera ha vestito tra le altre, le casacche della Fulgor ed è attualmente in forza a Legnano è tornato a casa. Il tutto è avvenuto dopo un appello lanciato dai suoi compagni di squadra dalla trasmissione TV ‘Chi l’ha Visto’. Il giocatore pur in stato di choc sta bene ed è stato riabbracciato dai famigliari. Nei prossimi giorni le autorità cercheranno di fare chiarezza su un episodio che ha ancora parecchi tratti oscuri. In giornata gli approfondimenti…  

E’ scomparsa questa mattina la professoressa Angela Calcia Calcaterra, insegnante e figura nota dell’ambiente scolastico verbanese ed in particolare dell’ex Collegio Santa Maria di Pallanza, dove ha insegnato per decenni a tante generazioni di studenti sopratutto la lingua inglese, con quel suo stile di insegnamento molto senza fronzoli ma essenziale, con quel suo carattere all’apparenza burbero e severo pur essendo sempre pronta a sostenere gli alunni meritevoli. I funerali si terranno mercoledì alle 14,30 nella chiesta di San Maurizio di Ghiffa. Alla famiglia le nostre condoglianze.   

Secondo una bozza di calendario, che va detto ancora non è da considerarsi ufficiale, che si può trovare sui siti specializzati e che, pur avendo un fondamento di verità, ovviamente ad oggi è molto provvisorio vi sarebbe nel 2021 il ritorno delle Frecce Tricolori sul Lago Maggiore. Secondo questo calendario la pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare si esibirebbe ad Arona, che negli ultimi ha ospitato una ‘maf’, domenica 23 maggio. Pensare ad una manifestazione del genere oggi può apparire abbastanza particolare ma la notizia va registrata, in attesa di eventuale ufficialità.  

Il forte maltempo che ha bersagliato il Vco ed in particolare nelle valli dell’Ossola ha provocato seri danni e problemi è stata la causa di un atterraggio di emergenza a Malpensa questo pomeriggio. La foto, postata sul profilo Facebook del Centro Meteo Piemonte, mostra la fusoliera in zona motore e l’anteriore di un Boeing 777 della Fly Emirates che decollato dall’aeroporto milanese e diretto a New York mentre era ancora in fase di ascesa sopra i nostri laghi è stato colpito in quota dalla potente grandinata del tardo pomeriggio. Il velivolo danneggiato in particolare ai vetri del cockpit ha dovuto prontamente riatterrare in emergenza allo stesso aeroporto di Malpensa, atterraggio peraltro riuscito solo al terzo tentativo. Nessuno dei passeggeri e dell’equipaggio ha però avuto problemi per l’accaduto.    

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa