logo1

Giro 2021: dopo Verbania anche Borgomanero si fa avanti per una partenza…

Ancora tante voci e qualche ufficializzazione sulla possibilità che il Giro del 2021, dopo Verbania che ha chiesto l’arrivo anche Borgomanero ufficializza la volontà di ospitare una partenza, secondo gli insider in Piemonte ci sarebbero tre tappe, provocazione: una crono Borgo-Verbania di una quarantina di chilometri?

Mentre il Giro del 2020 tra mille difficoltà (ma complimenti agli organizzatori) sta cercando di terminare a Milano la prossima settimana già si parla di quello del 2021 che si spera possa corrersi nella sua normale collocazione nel mese di maggio. C’è fermento tra gli appassionati per quanto riguarda le possibili frazioni che toccherebbero il nostro territorio, compreso l’alto novarese. Dopo il post sul profilo Facebook personale e su quello del Comune di Verbania, alquanto appassionato, successivo alle belle cose di Filippo Ganna ed Elisa Longo Borghini ai mondiali di Imola, nel quale il sindaco di Verbania Silvia Marchionini confermava di aver richiesto ufficialmente una tappa del Giro per il prossimo anno dopo la bella giornata del 28 maggio 2015, avevamo detto che secondo le nostre fonti i contatti c’erano già. Da qualche giorno è confermata la notizia che anche Borgomanero si è fatta avanti. Nel centro agognino il Giro manca dal 1997 quando in Viale Kennedy vinse Alessandro Baronti una frazione che prevedeva la scalata del Mottarone e che si corse sotto un vero e proprio nubifragio. Lo conferma anche in questo caso il sindaco Sergio Bossi che ha in animo di ospitare una partenza di tappa in Piazza Martiri. Le due ‘candidature’ vanno pari passo? Abbiamo provato a capirci di più ma non abbiamo trovato conferme, la cosa però è più che plausibile dato che già nello scorso anno si era parlato di una ‘sinergia’ tra le due località che pareva dover avere successo ma che poi non si concretizzò, il tutto sarà più chiaro nelle prossime settimane. In condizioni normali il Giro del 2021 sarebbe stato presentato in questi giorni ma con questo 2020 ovvio che il tutto scala più avanti. Di certo, sempre facendo indagini con colleghi e gente ‘informata’, quello del prossimo anno sarà un Giro con probabili tre traguardi di tappa piemontesi (Asti e Sestriere in questa edizione). Le voci parlano di un arrivo ad Acqui Terme probabilmente arrivando dalla Liguria e di una dura suggestiva frazione con partenza ed arrivo a Cuneo sul percorso della ‘Gran Fondo La Fausto Coppi’, che prevede tra le altre le salite del Santuario di Valmala, la salita della Piatta Soprana, il durissimo Colle della Fauniera ai 2484 metri di altezza e la salita della Madonna del Colletto. Non è chiaro quale delle due sarebbe corsa per prima. Da qui poi arriverebbe la tappa che andrebbe e concludersi nel Vco, che secondo alcuni chiuderebbe la seconda settimana di corsa e che non dovrebbe essere una cronometro ma una frazione che toccherebbe qualche salita della zona. Pensandoci bene però, qui fantastichiamo (forse), una Borgomanero-Verbania a cronometro misurerebbe poco più di 40 km e sarebbe perfetta ed alquanto spettacolare….            

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa