logo1

Ecco le tappe piemontesi del Giro con Novara e Verbania

Ufficiale la partenza del Giro d’Italia 2021 dal Piemonte; prologo a Torino, arrivo a Novara nelle prime giornate, Valsesia e partenza da Verbania sul finire della corsa, presentazione dell’intero tracciato il 10 febbraio, il sindaco Marchionini: “Vivremo una grande giornata”.

E adesso è tutto ufficiale, presentata attraverso il profilo Facebook della corsa la ‘Grande Partenza del Giro d’Italia 2021 dal Piemonte, ufficializzate anche tutte le località piemontesi che accoglieranno arrivi o partenze di tappa in tutte le giornate della corsa rosa. Era qualcosa di atteso che adesso ha i crismi della certezza in attesa che, la prossima settimana, mercoledì 10, si conosca tutto il tracciato dell’edizione 104 del Giro. E dunque vediamole le tappe: Sabato 8 maggio cronoprologo di 9 km tutto a Torino, con partenza da Piazza Castello ed arrivo di Fronte alla Chiesa della Gran Madre, il giorno 9 maggio partenza dalla reggia di Stupinigi ecco l’arrivo a Novara, con traguardo fissato in Viale Kennedy, una frazione di 173 km che sorride alle ruote veloci e che porta ilk Giro sotto la Cupola di San Gaudenzio per la terza volta nella storia, seguita dalla Biella-Canale di 187 km molto più mossi. Terminato il lungo percorso che si annuncia molto bello il Giro ritornerà con le già annunciate altre località piemontesi, entrambe ufficializzate. Venerdì 28 maggio la tappa 19 si concluderà ad Alpe di Mera, in Valsesia; nulla si conosce del tracciato ma le indiscrezioni parlano non solo della partenza da Busto Arsizio ma anche di un sostanzioso passaggio nel Vco, con tanto di scalata del Mottarone dal versante stresiano e successivamente del Valido Della Colma per entrare in Valsesia prima della salita finale. Ufficiale, finalmente, anche la partenza successiva di sabato 29 maggio da Verbania per la penultima tappa della corsa che il giorno dopo terminerà a Milano; anche in questo caso annunciata solo la località, anche se è ormai chiaro che la frazione dopo il raduno e le operazioni preliminari in Piazza Garibaldi terminerà a Madesimo, con arrivo ad Alpe Motta, raggiunta passando dalla Svizzera e affrontando in linea di massima il Passo del San Bernardino e d il Passo Spluga. “Siamo orgogliosi di ospitare una gara che rappresenta la storia del ciclismo e di farlo offrendo un panorama unico per la competizione”, ha chiosato il presidente della regione Alberto Cirio, soddisfazione anche a Verbania, che per la quinta volta nella storia si colorerà di rosa: “Una straordinaria vetrina per le bellezze del nostro territorio e per la città, vivremo una giornata indimenticabile”, la chiosa del sindaco Silvia Marchionini.  

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa