logo1

Elisa ottava in una Amstel Gold Race dal finale un pochino confuso…

La capitana della Trek Segafredo attacca nel finale con Kasia Niewwiadome ma all’ultimo chilometro le due si guardano e tergiversano, da dietro rientra il gruppetto con Marianne Voa che vince e si riprende la leadership del World Tour.

Ottavo posto per Elisa Longo Borghini nella Amstel Gold Race che si è corsa nel pomeriggio di oggi. L’ornavassese è stata protagonista di una bella azione nel finale, sull’ultimo passaggio lungo lo strappo del Cauberg, con la polacca Katarzina Niewiadoma (Canyon Sram), le due hanno scollinato con un buon vantaggio ed uno sprint a due pareva qualcosa di scontato. Superato il triangolo rosso dell’ultimo chilometro le due attaccanti iniziano ad affiancarsi, a tergiversare. Forse per un mancato accordo, forse per ‘far partire prima’ l’avversaria o forse, probabile, per un ordine di scuderia. Il gruppetto inseguitore si avvicina ed ai 400 metri raggiunge le due fuggitive: Elisa tenta una volata in progressione o più probabilmente uno scatto per sorprendere le avversarie ma Marianne Vos (Jumbo Visma) è lesta a prendere la sua ruota ed a lanciarsi in volata: Vos vince davanti a Demi Vollering (SD Worx) che per poco non la passa, vista la precoce esultanza della pluri iridata, terza è Annemiek van Vleuten (Movistar). L’olandese è nuova leader del World Tour donne…

Foto Trek Segafredo

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa