logo1

Flanders 2021: Oioli nono, sabato con Francesca ed Elisa in gara…

Francesca Barale ed Elisa Longo Borghini nelle gare femminili juniores ed elite chiudono i ’nostri’ mondiali, per entrambe ci sono serie possibilità di fare bene su un percorso non così semplice, domenica si chiudono i mondiali con la gara dei prof ed il ‘commiato’ di Cassani dall’ammiraglia azzurra, oggi intanto Oioli nono tra gli juniores e titolo Under 23 per Baroncini...

Dopo il bel nono posto di Oioli nella gara juniores maschile e dopo il titolo mondiale Under 23 conquistato dall’azzurro Filippo Baroncini penultimo giorno, domani, ai mondiali con un giorno da cerchiare con il rosso per il nostro ciclismo. Tempo di gara femminile e giornata campale prima di godersi il mondiale dei professionisti, ultimo a guida di Davide Cassani in ammiraglia azzurra (tra i favoriti a sostituirlo ci sino Daniele Bennati e Maurizio Fondriest), tifando ovviamente Italia. Francesca Barale ed Elisa Longo Borghini sono in gara nelle prove in linea. Dapprima spazio alle donne juniores con l’ossolana che è una delle punte della nazionale disegnata dal CT Dino Salvoldi; dopo un crono obiettivamente seppur con molta attenuante bruttina, su di un percorso che non è troppo adatto ad una ragazza che predilige la salita lunga può provare a fare bene contro le favorite che paiono essere tedesche e francesi. La gara delle juniores, 75 km, ovvero cinque giri del circuito, si corre tutta sull’anello di Lovanio, contraddistinto da quattro strappi brevi ma secchi: il Keizerberg, il Decouxklaan, il Wijnpers ed il Sint Antoniusberg. Partenza alle 8.15, arrivo alle 10.15. L’Italia schiera Francesca Barale (Vo2 Team Pink), Eleonora Ciabocco (Di Federico), Carlotta Cipressi (Vo2 Team Pink), Valentina Basilico (Racconigi) e Michela De Grandis (Conscio Pedale del Sile). Nel pomeriggio la gara delle donne elite su di un percorso ben più tosto: si parte da Anversa per affrontare un primo tratto in linea contraddistinto da vari strappi, un primo giro e mezzo del circuito di Lovanio, un altro tratto definito ‘Flanders Circuit’ che comprende anche in questo caso vari ‘muri’ del Brabante fiammingo prima di 2 giri del circuito finale di Lovanio, Sono in questo caso 157 km di corsa. Le azzurre di Salvoldi saranno Elisa Longo Borghini (Trek Segafredo – Fiamme Oro), Elisa Balsamo (Valcar Travel&Service - Fiamme Oro) e Vittoria Guazzini (Valcar Travel&Service – Fiamme Oro), Elena Cecchini (SD Worx- Fiamme Azzurre), Maria Giulia Confalonieri (Certizit WTN – Fiamme Oro), Marta Cavalli (FDJ – Fiamme Oro), Marta Bastianelli (Alé BTC Ljubljana – Fiamme Azzurre). Riserva sul posto Barbara Guarischi (Movistar). Le favorite? Manco a dirlo le olandesi che schierano il solito dream team: Annemiek Van Vleuten, Anna Van der Breggen all’ultima corsa della carriera, Rejeanne Markus, Marianne Vos, Ellen Van Dijk (iridata della crono e campionessa europea in linea) e Demi Vollering; tutte possibile vincitrici, una formazione che se va d’accordo e fa gioco di squadra è forse imbattibile ma che spesso è solo una serie di individualità che è difficile gestire. Attenzione però, il circuito pare aprerto a più soluzioni, compreso l’attacco in solitaria. Solita sfida Italia-Olanda? Forse ma attenzione, per esempio, a Lotte Kopecky, belga che vorrà far bene in casa, tanto per dirne una: il via alle 12.20, arrivo alle 17.45.   

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa