logo1

Le due Elisa, una Italia grandiosa e Marianne: tutto in un chilometro…

Il racconto delle fasi finali del mondiale di ciclismo femminile vinto da Elisa Balsamo guidata da una grande Italia e da Elisa Longo Borghini che negli ultimi 500 metri è stata davvero grandiosa e che, un giorno, una maglia iridata la meriterebbe davvero…

Tutto in un chilometro, un finale eccezionale, un mondiale tutto italiano, tutto piemontese, tutto, anche, delle Fiamme Oro. Elisa Balsamo, cuneese, giovanissima, è campionessa del mondo lanciata da una nazionale straordinaria capace di sfruttare il lavoro dell’Olanda e con una Elisa Longo Borghini semplicemente mostruosa. Ecco metro per metro il finale di gara che ha visto l’Italia fare festa, Ultimo giro, Olanda padrona del gruppo, sono tutte li, tranne Anna Van der Breggen, che ha chiuso la carriera proprio al mondiale fiammingo brabantino. Sui tre strappi del percorso ci provano in molte, anche le olandesi Van Dijk e Van Vleuten, che però corrono per la volata di Marianne Vos. Anche l’Italia ha una tattica simile, di rimessa però; andare in volata con Elisa Balsamo. Ed allora Elisa Longo Borghini, in gara col ruolo di ‘regista’ corre dietro a tutti; alle due orange ma anche a Ludwog e Niewiadoma. L’ordine è quello e lei, fedele ai colori azzurri sa che deve essere così. Il gruppo di testa attacca il muretto (eh no, i muri fiamminghi amici miei sono ben altra cosa) del Sint Antoniusberg e ne esce compatto: Ci sono tante olandesi, ci sono tante avversarie, ci sono cinque italiane: la Balsamo ma anche Marta Bastianelli, che è una che ha vinto un mondiale ed un europeo, c’è Marta Cavalli, c’è Maria Giulia Confalonieri che nei programmi sarebbe stata l’ultimo vagone del treno, quello preposto a lanciare la volata della sprinter e c’è Elisa Longo Borghini. In salita Cavalli, Confalonieri e Bastianelli tengono la Balsamo nelle prime posizioni e si scollina senza problemi. Ultimo chilometro: Maria Giulia Confalonieri dice di non stare benissimo ed allora il compito di ‘ultima’ se lo prende la Poliziotta di Ornavasso. Ai 500 metri Elisa alza ancora l’andatura, talmente forte da fare addirittura il buco col gruppo, Elisa Balsamo, compagna di Elisa Longo Borghini nelle Fiamme oro e dalla prossima stagione anche in Trek Segafredo, capisce tutto e prende la sua ruota, si forma si un leggero margine di vantaggio per le due azzurre. Vos è una che la sa lunga e legge bene il momento. Le cose sono due, avrà pensato: o prendo la ruota della Balsamo o le due italiane arrivano: allora lascia le ruote delle compagne e con uno scatto prende la ruota della Elisa Cuneese. Sono in tre, con un soffio sul gruppo: ai 150 metri parte lo sprint vero e proprio; Elisa Longo Borghini si sposta, la cuneese è in testa in uno sprint forsennato, Vos si lancia, cerca di si affiancarsi, cerca di uscire ma paga lo sforzo precedente e non ne aveva più. Vince Balsamo su Vos e Kasia Niewiadoma, Elisa è 17^ e dopo essersi sfilata taglia il traguardo a braccia alzate godendosi il momento. Olanda che pareva imbattibile ma l’Italia di Salvoldi ha saputo come batterla anche in un giorno nel quale la compagine orange ha corso bene ed ha battotl quella che, almeno secondo noi, è l’olandese di maggior classe e talento. Per Elisa Longo Borghini ancora una gara da lacrime in maglia azzurre: sono del resto i suoi valori, quelli che gli sono stati insegnati sin da piccola: “Con la maglia della nazionale rappresenti il paese, l’Italia: si deve sempre dare il massimo”. Un piccolo vezzo concedetecelo, da cronista che segue la carriera di Elisa Longo Borghini da sempre: ovviamente ci ha rallegrato la vittoria di Elisa Balsamo, altra figura che vediamo correre sin da quando era esordiente coi colori della Vigor Piasco, ci è tanto piaciuta l’Italia di Salvoldi ma lasciateci dire che, non sappiamo se in futuro succederà, ma se c’è una ragazza che meriterebbe di indossare la maglia iridata questa è Elisa, la poliziotta di Ornavasso.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa