logo1

Filippo Ganna: ecco gli appuntamenti di inizio stagione…

Il via alla Etoile de Bessages, l’Uae Tour, la Parigi Nizza e non la Tirreno Adriatico prima delle classiche: Sanremo, Harelneke, Gand Wevelgem e la Roubaix: ecco la prima parte di stagione per Filippo Ganna..

Ha preso forma la prima parte di stagione 2022 per Filippo Ganna uno dei top atleti della corazzata Ineos Grenadier. L’esordio avrebbe già dovuto esserci stato ma l’annullamento della Vuelta a San Juan, in Argentina, ha ritardato il tutto e non solo per il vignonese. Di conseguenza la prima stagionale avverrà sulle strade del ‘Midì’ francese con l’Etoile de Besseges-Tour de Gard, che si correrà da mercoledì 2 a domenica 6 febbraio. Una storica gara di inizio anno con una prova contro il tempo a concludere la cinque giornate di gara: 11 km di corsa dal centro di Ales al santuario di Notre Dame des Mines, con arrivo in leggera salita. La stagione proseguirà poi con l’ Uae Tour dal 20 al 26 febbraio, gara che anno dopo anno sta diventando uno degli appuntamenti più ambiti. Lo scorso anno egli emirati Ganna vinse la crono di Hudayriat, nella prossima edizione ci proverà in una cronometro di 9 km alla terza tappa ad Al Zorah, emirato di Ajman. Niente Tirreno Adriatico poi ma Parigi-Nizza; la Course au soleil, corsa verso il sole, come dicono i francesi, dal 6 al 13 Marzo. Anche qui una cronometro alla quarta tappa da Domerat a Montluçon di 13.4 km. Spazio poi alle classiche con la Milano Sanremo il 19 marzo e il via alle Classiche del Nord: il GP E3 Harelbeke il 25 marzo, la  Gand-Wevelgem il 27 narzo e la Parigi-Roubaix il 14 aprile. Classiche peraltro da correre sicuramente come uomo importante dello scacchiera tattico della Ineos Grenadier. Fin qui le prime gare anche se non è difficile immaginare come proseguirà il resto della stagione: niente Giro d’Italia, ai al Tour de France magari anticipato da una corsa a tappe come il Giro del Delfinato o il Tour de Suisse e dopo la Grand Boucle la fine di stagione, con i mondiali ed il tentativo di record dell’Ora ma di questo parlarne è ancora presto…   

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa