logo1

58° Rally Valli Ossolane: Caffoni-Grossi; le sette bellezze…

Doveva essere una lotta tra grandi nomi ed invece è stata la settima sinfonia di Davide Caffoni e Mauro Grossi, primo equipaggio della storia a vincere per 4 volte il Rally Valli Ossolane consecutivamente, secondo posto per un commovente Margaroli sul podio Bondioni…

Caffoni Grossi sette bellezze. Sono loro, ancora loro, a vincere con la Skoda Fabia R5 la 58esima edizione del Rally Valli Ossolane, rally titolato che vedeva al via grandi nomi ma che all’atto pratico si è risolto con una lotta tra piloti nostrani durato sono sino alla prima speciale del pomeriggio salvo poi risolversi nell’ennesimo gran recital del duo domese. Gara iniziata sabato con la defezione del quotato duo Battistolli-Scattolin a causa di problemi di salute del pilota vicentino, la prima speciale sulla Crodo Mozzio va a Caffoni ma il varzese Bruni in coppia con Esposito vince la  PS2  Domobianca 365 dalla quale esce in rientrante Giudici. Lontane le due Wrc: Barbieri si ferma subito mentre Zanazio non tiene le prime posizioni. La domenica inizia con un attacco di Caffoni e Grossi che riescono a vincere sia la prima Valle Vigezzo sia la prima Cannobina, Bruni ed Esposito però resistono ed al riordino mantengono la testa con un vantaggio risicatissimo di meno di un secondo. Ci si attende una bella lotta pomeridiana tra gli esperti ed il giovane rampante ma il colpo di scena arriva nella seconda delle due Valle Vigezzo a Zornasco, Bruni picchia a metà speciale e deve dire addio ai sogni di gloria ma è un pilota giovane e presto arriveranno per lui sicure soddisfazioni. Caffoni vince con 1 secondo e mezzo su Chentre-Grimaldi e scappa in classifica. E’ proprio il valdostano vincitore della Coppa Italia 2021 a lasciare il segno vincendo la PS 6 Crodo Mozzio, controllano Caffoni e Grossi che terminano terzi a 1 secondo e mezzo preceduti anche da Margaroli e Dresti ma il loro vantaggio in classifica resta notevole: 26.3 secondi proprio sui secondi classificati della speciale. L’ultima speciale in Cannobina non decide la corsa, la vince Margaroli, Caffoni va al risparmio, perde oltre sei secondi ma con 20 secondi netti vince. Dunque Caffoni e Grossi, primi nella storia a fare poker consecutivo al Valli, con sette vittorie sono ad una sola lunghezza dagli otto successi del mito Franco Uzzeni, poi Margaroli e Dresti, che sono sempre li e meritano ovazioni, sul podio Bondioni-D’Ambrozio con un colpo di coda, Chentre e Grimaldi sono quarti, ottimi quinti Laurini con Zeffiretti, con l’unica Polo R5 in un dominio Skoda.  

 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa