logo1

Nel segno di Davide: il ‘Leopardo Ossolano’…

Sette Valli Ossolane, sei DueLaghi, un Rubinetto e non solo: Davide Caffoni è il vero grande numero uno del nostro rally, protagonista ed erede dei successi del mitico Franco Uzzeni: chiamatelo ‘Leopardo Ossolano’ perché anche in futuro continuerà a graffiare…

Sette volte il Rally Valli Ossolane nel 2014, 2015, 2016, 2019, 2020, 2021 e 2022, sei volte il RallyDueLaghi che oltre a questa edizione 2022 ha fatto suo nel 2014, 2015, 2018, 2019 e 2021. Un Rally del Rubinetto nel 2016 ma anche due successi al Vallino o Rally dell’Ossola se preferite, e poi un Rally della Lana, Un Valleversa, un Rally del Sebino e tanti tanti podi senza poi dimenticare un diciannovesimo posto al Rally di Montecarlo 2019 dove però si sa che i primi quindici sono i grandi del Mondiale Rally. Ormai non ci sono più dubbi: Davide Caffoni, negli anni navigato da gente di livello come Mauro Grossi, Max Minazzi e Moreno Genini, è il vero grande numero uno del rally nostrano, è lui l’erede del mitico Franco Uzzeni, il ‘Leone di Soriso’ che ha acceso gli animi degli appassionati negli anni 80 e 90. Se il buon Franco, ancora oggi recordman di successi al Valli, ha attraversato le ere dei mostri a quattro ruote di Gruppo B, delle vetture gruppo A sino alle Wrc, Caffoni ha vinto con Super 1600, con Super 2000 ed oggi è un grande interprete delle R5. Piloti capaci di abituarsi a potenze differenti, spingendole sino al successo. Lui? Un predestinato, e lo si diceva anche quando terminava a poco dai primissimi nelle gare di fine primo decennio del secolo; aspettative poi confermate perché se è vero che per vincere serve il pacchetto completo di Davide si potrà certamente dire che le vetture preparategli da Balbosca sino sempre le migliori del lotto ma è soprattutto vero che testa, piede ed attributi ce li mette il pilota. Chiamatelo ‘Leopardo ossolano’ adesso perché, come il maestoso felino, graffierà ancora eccome. Il Due Laghi? Un dominio, con sul podio il solito bravo commovente Margaroli che è sempre li, poi Hotz che si conferma pilotissimo e via via tutti gli altri. Tutti battuti da Caffoni o sul campo o per uscite di strada: come Luchi, che poteva giocare un ruolo di livello ma ha buttato tutto a fine della prima Panoramica uscendo praticamente davanti alla fotocellula di fine speciale o come Rolando, uscito di strada nella terza speciale, la prima San Fermo. Va dunque in archivio nel segno di Davide la stagione rally 2022, appuntamento al prossimo anno con il resto della compagnia che cercherà di battere Caffoni: il numero uno.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Evento Live

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa