logo1

Per il volley del Vco le palestre ci sono ma resta qualche problema…

I tornei regionali di volley prenderanno il via nel week end del 7/8 novembre ma in Piemonte c’è il serio problema della mancata concessione delle palestre scolastiche ai sodalizi, nel Vco per fortuna la situazione sembra essere meno grave, pur con qualche inghippo…

Lo start dei campionati di pallavolo (DPCM permettendo ma i tornei agonistici non dovrebbero essere fermati) resta fissato per il week end del 7/8 novembre, anche se ci sono tanti problemi ancora per la concessione delle palestre scolastiche ai vari sodalizi, si sa più che spesso le palestre scolastiche sono i campi di gioco nelle categorie minori e questa mancata concessione, a quanto detto dal presidente regionale Fipav Ezio Ferro, alquanto frequente nel torinese, rischia di ritardare il tutto. Spesso i dirigenti scolastici si mettono di traverso nonostante le garanzie di sanificazione e pulizia da parte dei club che ovviamente sono tenuti a seguire i drastici protocolli sanitari. Abbiamo sentito i dirigenti locali per capire se anche nel Vco le cose vanno male e per fortuna non ne uscito un quadro così deprimente. “Per fortuna in Ossola non abbiamo nessun problema di impianti – spiega Davide De Vito del 2Mila8 Domodossola – ma purtroppo in giro non è così”.  Anche nel Verbano la situazione seppur non tranquilla è meno critica: “Però problemi ce ne sono, viste le tante ragazze che devono allenarsi seguendo i protocolli– spiega Carlo Zanoli presidente di Rosaltiora  – abbiamo le strutture ma le difficoltà nel gestire le cose restano”, sulla sponda Altiora c’è qualche problema in più: “Non ci concedono ancora l’uso della palestra delle Ranzoni (in questo caso l’ostracismo sarebbe proprio dovuto al ‘no’ della preside; ndr)– confessa Monica Morando – che è la nostra struttura di riferimento”. I ragazzi di Montserrat Xasas Brizzi devono dunque allenarsi tra PalaManzini e non solo.  Va meglio nel Cusio: “Abbiamo la disponibilità di tutte le nostre palestre e dei loro servizi – dice Tania Colombara, massimo dirigente di Omegna – e dunque diciamo che a noi le cose vanno bene”, anche a San Maurizio è tutto ok: “Noi siamo fortunati – dice il presidente Pier Zenoni – i nostri campi sono tutti utilizzabili”.

 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa