logo1

Prima Divisione: Invorio chiude in testa la prima fase

invorio vincitriceCon il successo per 3-0 sul Pavic Romagnano Area Libera Invorio ha chiuso in testa la prima fase del campionato di 1^ divisione con una sola sconfitta all’attivo. Gravellona terza, Omegna quarta e Borgomanero quinta. Deludono le due biellesi. A breve il via della seconda fase di un torneo molto lungo

Applausi ad Area Liberio Invorio che ieri sera battendo 3-0 il Pavic Romagnano si è aggiudicata la prima fase del campionato di 1^ divisione o meglio è risultata prima nel proprio girone. La compagine vergantina in questa stagione rinforzata da alcuni arrivi, su tutti quelli di Martina Pagliarini e Martina Spinello da Vega Occhiali Rosaltiora, da Clarissa Locci e da Maria Grazia Cozzolino, giusto per citarne qualcuna, dopo aver perso la leadership in solitaria nella penultima giornata a Gravellona con il successo per 2-2 che aveva permesso a Romagnano di tornare sotto a pari punti (ma in testa per quozienti era rimasto Invorio) lo scontro diretto ha dato ragione alle gialloblù di Ferdinando Pinotti che hanno vinto 3-0 (25-9 e doppio 25-22) e hanno chiuso in testa il girone con una sola sconfitta all’attivo. Una realtà simpatica Invorio, con una palestra che potrebbe essere definita quasi ‘un palasport di Serie A in una struttura da 1^ divisione’: taraflex, tribunetta, musica e tutto l’allestimento da professionisti in una piccola palestra ottima per la categoria, peraltro gremita nel match di giovedì sera, con un tifo davvero molto caldo. Ovviamente il campionato non è finito qui: ora la seconda fase con le prime dei vari gironi (nel girone B la Scurato Novara di Simone Adami in stile tritatutto) a formare una ennesima e più complicata fase di un torneo che come al solito è alquanto lungo e dispendioso. Intanto però doverosi complimenti, in attesa di capire dove questo gruppo potrà arrivare. Per quanto riguarda le altre contendenti chiude in terza posizione la Sprint Gravellona diretta da Luigi Cottini con la supervisione del DG Matteo Azzini. La squadra biancorossa del presidente Giulini imperniata sulla attaccante Elisa Panighetti, braccio forte della squadra ma anche su atlete quali Giorgia Zani, Lorenza Spadazzi e la giovane Greta Urzia ha tutto per crescere e migliorare nella seconda fase, quarta la giovanissima La Sibilla Cusiana Omegna, che Fabrizio Balzano ha creato sulla falsariga della formazione Under 16 con qualche innesto (Martina Valente o Cinzia Gambini, per dirne alcune anche in questo caso), quarta la MRG Borgomanero di coach Mauri. Deludenti, va detto, le formazioni biellesi da cui era lecito attendersi qualcosa di più: Biella e Quaregna (squadre giovani ma solitamente di gente ‘scelta’) hanno chiuso agli ultimi due posti della classifica.

Gianluca Trentini

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa