logo1

Bestia nera Conegliano: la Supercoppa è sua…

La Igor tiene due set ma cede alla distanza e la Supercoppa Italiana la alza al cielo del Palazzo Wanny di Firenze la Prosecco Doc Imoco Conegliano che vince 3-1. Lavarini: “Dopo il secondo set non siamo tornate in campo con quella fiducia e quella determinazione che avremmo dovuto avere2. Mercato: torna Michelle Bartsch?

La Igor lotta ma cede in quattro set a Conegliano, nella Supercoppa Italiana di Firenze: sotto 1-0 dopo un primo set tiratissimo, alle azzurre non è bastata la grande reazione del secondo parziale con Conegliano che si è aggiudicata poi il terzo e il quarto set, conquistando così il primo trofeo della nuova stagione. Conegliano in campo con Haak opposta a Wolosz, Squarcini e Furlan al centro, Robinson e Plummer in banda e De Gennaro libero; Novara con Poulter in regia e Karakurt in diagonale, Chirichella e Danesi centrali, Bosetti e Carcaces schiacciatrici e Fersino libero. L’ace di Squarcini porta avanti Conegliano (3-2), Novara rimane in scia con Carcaces (5-5) e Karakurt (9-9, dopo uno scambio infinito) a segno in attacco e poco dopo sono proprio loro a propiziare il break azzurro sul 9-12, mentre Santarelli ferma il gioco. Novara allunga ancora a muro con Poulter (12-16), poi sul turno in battuta di Wolosz le venete invertono il trend del parziale, portandosi 18-16 con Plummer scatenata in attacco; Bosetti ricuce lo strappo (18-18), Haak (21-19) e Plummer ipotecano il parziale e Conegliano scappa fino al 24-19 con l’attacco out di Karakurt. Carcaces non si arrende (24-20), Novara rientra fino al 24-23 e poi costruisce la palla del pareggio ma Karakurt manda ancora out l’attacco del 25-23 che vale l’1-0. Novara alza il ritmo in battuta (2-4, ace di Danesi) e Conegliano commette qualche errore di troppo, con Santarelli che ferma il gioco sul 3-8 e Karakurt subito dopo firma l’ace del 3-9. Danesi a muro ottiene il massimo vantaggio (5-12), Plummer rientra di potenza (9-12) e dopo lo “stop” del gioco da parte di Lavarini le azzurre ripartono, scappando 12-18 con Chirichella a segno a muro. E’ ancora il capitano azzurro a tenere avanti le sue fermando Haak (15-22) e poco dopo Ituma, appena entrata, firma il 17-24 in diagonale; chiude il set un pallonetto di Bosetti dopo una difesa di Giovannini. Conegliano con Gennari in sestetto, il testa a testa è serrato e a “romperlo” è un primo tempo di Squarcini (9-7) cui fa seguito il break di Haak che porta le squadre sull’11-7 mentre Lavarini ferma il gioco; Gennari sbaglia (13-11), Haak risolve una situazione delicatissima (14-11) e le venete scappano 18-13 mentre Ituma ci prova con il diagonale del 18-14. Le venete accelerano ancora (21-14) e arrivano al set ball con un gran diagonale di Haak (24-17), poi Squarcini firma l’ace del 25-17 che vale il 2-1. Lavarini inserisce in sestetto Bonifacio, Conegliano parte subito forte con Gennari (6-3, diagonale vincente) e Plummer (9-5, maniout), mentre l’ace di Squarcini vale il +5 (12-7) a metà parziale. Karakurt non si arrende (13-10, appoggio vincente dopo una difesa di Carcaces) ma Conegliano non si ferma più e dopo il break del 15-10 le venete chiudono 25-17 di slancio, conquistando la supercoppa.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Purtroppo dopo il secondo set non siamo tornate in campo con quella fiducia e quella determinazione che avremmo dovuto avere per cercare di sfruttare il trend positivo e mettere in difficoltà le nostre avversarie. C’è rammarico, perché è una finale e non siamo riusciti a sfruttare l’occasione, anche per grandi meriti dei nostri avversari: se a noi è mancato qualcosa dopo il secondo parziale, loro al contempo sono cresciute e hanno sfruttato al meglio i propri punti di forza”.

Cristina Chirichella (capitano Igor Gorgonzola Novara): “Complimenti a Conegliano per la vittoria e per la prestazione, noi dopo il secondo set ci abbiamo provato ma non siamo più riuscite a tenere il loro ritmo. E’ un periodo con tante difficoltà ma questo non deve essere un alibi, semmai dobbiamo prendere quello che di buono c’è nel percorso di crescita che stiamo facendo e continuare a lavorare, con l’obiettivo di competere, come sono certa che sia nelle nostre corde, per gli altri traguardi stagionali”.

Prosecco Doc Imoco Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 3-1 (25-23, 17-25, 25-17, 25-17)

Prosecco Doc Imoco Conegliano: Carraro ne, Plummer 17, Robinson 3, Squarcini 13, De Kruijf 4, Gennari 6, Gray, De Gennaro (L), Haak 22, Pericati, Furlan 1, Wolosz 1, Fahr ne, Bardaro (L) ne. All. Santarelli.

Igor Gorgonzola Novara: Poulter 2, Adams ne, Bresciani (L) ne, Giovannini, Battistoni, Fersino (L), Bosetti 9, Chirichella 6, Danesi 4, Varela Gomez ne, Bonifacio 3, Carcaces 11, Ituma 3, Karakurt 14. All. Lavarini.

MVP Joanna Wolosz

Mercato: Sempre più pressanti le voci che vorrebbero la Igor sul mercato, per prendere una schiacciatrice che sostituisca l’infortunata McKenzie Adams. Il nome che ricorre sarebbe quello di un cavallo di ritorno come Michelle Bartsch.

 

 

 

 

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Evento Live

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa