logo1

Un pieno di emozioni, Supercoppa alla Igor

Che finale a Pala Igor! Partita tirata, enormi emozioni, cinque set ed un tie break tiratissimo e chiuso oltre il quindicesimo punto dopo due match point annullati. La Igor Gorgonzola Novara vince la Supercoppa Italiana, primo trofeo dell’era Massimo Barbolini: “E’ stato meraviglioso”, le parole di Celeste Plak.

igor sipercoppa premiazione

 

Un altro trionfo per la Igor Volley: le azzurre superano Conegliano dopo oltre due ore e mezza di battaglia, in un tie-break infuocato, conquistando la prima supercoppa della loro storia. Decisiva, per la conquista della ventiduesima Supercoppa Samsung Galaxy, la grande prestazione di Celeste Plak (26 punti e oltre il 50% in attacco) oltre all’innesto in corsa di una grandiosa Stephanie Enright (13 punti e 62% in attacco con 3 ace), premiata MVP del match. Novara scende in campo con Egonu in diagonale alla regista Skorupa, Gibbemeyer e Chirichella al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero; Santarelli replica con Nicoletti opposta a Wolosz, De Kruijf e Folie al centro, Bricio e Hill in banda e De Gennaro libero. Wolosz fa il primo break a muro (0-2), Plak ricuce sul 3-3 e poco dopo sorpassa 6-5 a muro con gli errori di Nicoletti e Hill che costringono Santarelli al timeout sul 9-6; Egonu sbaglia (9-9), Chirichella e Piccinini no (14-9) e Novara mantiene il margine di vantaggio prima che un altro attacco out di Egonu (19-17) porti Barbolini a fermare il gioco; al rientro in campo Novara riparte con Chirichella (21-17), mentre tra le ospiti c’è Fabris che va a segno per il 21-18 prima dell’affondo decisivo firmato da Plak con due maniout (prima 24-19, poi 25-19). Ripartono forte le azzurre, che vanno 6-3 e poi 7-4 con Plak e che mantengono il pallino del gioco fino a metà parziale, con il primo tempo di Chirichella (12-9) e la diagonale di Plak (13-10) mentre Santarelli ferma il gioco. Un muro di Folie vale il 15-15, Conegliano sorpassa 17-18 e Barbolini cambia diagonale e sull’asse Camera – Vasilantonaki arriva il controbreak azzurro per il 21-20. Tornano avanti le venete (23-24), Novara annulla il set ball e ne conquista uno con Egonu (25-24) che poi però sbaglia il servizio e pasticcia in difesa, consegnando il secondo set ball alle ospiti (25-26): chiude un attacco out di Piccinini, 25-27. Duello tra Bricio (0-2, ace) e Plak (3-3), poi Conegliano allunga con la diagonale di Hill (5-8) e, dopo il muro di Skorupa su Nicoletti (8-9), tocca all’opposto veneto rilanciare Conegliano sul 9-13 con il muro di De Kruijf che vale il 9-14 e costringe Barbolini a fermare ancora il gioco. Dentro Enright, che riavvicina le squadre con la diagonale del 14-17, tra le ospiti è Fabris a entrare e firmare il 16-21 mentre Barbolini inserisce anche Camera e Vasilantonaki e Novara rientra 20-22, con Santarelli costretto a chiedere timeout. Conegliano mantiene il break di vantaggio e chiude 22-25 con Fabris a segno in maniout. Subito avanti Conegliano, che va 3-6 con la diagonale vincente di Bricio e mantiene le distanze nonostante l’ace di Plak (5-6) con l’attacco out di Gibbemeyer (5-8) con Barbolini che ferma il gioco; Piccinini accorcia 9-10, Egonu sciupa la palla del pari (10-12) e dopo l’ace di Nicoletti Barbolini si gioca la carta Enright: la portoricana entra e va a segno tre volte in pochi scambi (16-18), firmando poi anche l’attacco del 20-20 e due ace per il sorpasso azzurro sul 22-20. Timeout per Santarelli, Plak conquista al muro il set ball e dopo l’errore di Chirichella (24-22) e l’ace di Nicoletti (24-23) è ancora l’olandese a chiudere in diagonale, 25-23. Novara riparte con Enright e Bonifacio in sestetto, Chirichella a muro fa il primo break (3-1), Egonu manda le squadre al cambio campo sull’8-6 con un muro su Hill ma il muro di De Kruijf ricuce lo strappo per l’8-8. Plak in parallela mantiene avanti le azzurre (10-9), l’ace di Hill inverte l’inerzia e poco dopo è ancora l’americana a conquistare il match ball sul 12-14. Nel momento più difficile, la Igor si riscopre perfetta: Egonu conquista il servizio di potenza (13-14), Barbolini inserisce Camera che mette in difficoltà la ricezione ospite e poi difende favorendo la gran diagonale di Enright che vale il 14-14. Santarelli ferma due volte il gioco, ma non si ferma la Igor: Chirichella mura Folie e conquista il match ball, Camera difende ancora ed Enright chiude in maniout 16-14.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa